Mi guardo senza te

Mi guardo senza te.

Come in uno specchio che non mi riflette

Come nel tondo di un pozzo

che invece della mia immagine

rimanda dal pelo dell’acqua

bagliori indistinti.

 

Mi guardo senza te,

e non mi vedo.

Il tramonto è meno rosso

le sue ombre lunghe sembrano tristi

come i miei pensieri

che si allungano a cercare

il ricordo dei tuoi

 

L’anima smarrita chiede

la sua metà perduta

I miei occhi senza più luce

cercano il tuo sguardo gemello

indugiando bassi verso terra

per ritrovare almeno la tua ombra

che ricordano amica

 

Mi guardo senza te

e dolci parole mi muoiono sulle labbra

senza il conforto di un sorriso

Il corpo fluttua come senza peso

in una dimensione irreale,

nuvole e polvere

Vento mi prende e mi porta con sè

 

Mi guardo senza te

e non mi piace

Fa’ che non diventi reale

questo scorrere veloce di immagini

Lascia vicino a me

la mia metà che è tua

la tua metà che è mia

almeno nei pensieri

per sempre.

 

8 pensieri su “Mi guardo senza te”

  1. Tremendamente bella.
    E’ quel tipo di sguardo con cui non si vorrebbe mai arrivare a guardarsi…

  2. bello il tuo poetare sull’amore che è il motivo conduttore della tua poetica.
    ciao
    anna

  3. Levighi parole lucenti, ridonandogli spigoli vivi che incidono pezzi di anima e carne. Sangue vivo esce dalle ferite del cuore e dell’anima e porti chi si lascia trasportare da questo rivolo caldo e denso, nelle profondità del dolore, nelle ombre forti di un’intensa giornata di sole, pulsazioni così forti, possono vibrare solo da chi ha provato una gioia altrettanto grande.

  4. Raro esempio di poesia che, con delicatissime parole esprime fortissimi sentimenti e trasmette un senso di realtà proiettato in un sogno sconfinato…
    Veramente bellissima.
    Brava.
    Ciao. QS-TANZ.

  5. Senza parole ed immensamente emozionata… avrei voluto scrivere io questo capolavoro… grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *