Aforismi sulla Scrittura

Non esiste un vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane.
(Emily Dickinson) 

Prima di scrivere, imparate a pensare.
(Nicolas Boileau)

Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare.
(Ernest Hemingway)

Bisogna sfogliare un’intera biblioteca per scrivere un libro.
(Samuel Johnson)

I veri scrittori incontrano i loro personaggi solo dopo averli creati.
(Elias Canetti)

Lo scrittore è un uomo che più di chiunque altro ha difficoltà a scrivere.
(Thomas Mann)

Chi riesce a dire con venti parole ciò che può essere detto in dieci, è capace pure di tutte le altre cattiverie.
(Giosuè Carducci)

I bei libri non lasciano mai il lettore tale e quale egli era prima di conoscerli, ma lo rendono migliore.
(André Maurois)

La lettura rende un uomo completo, la conversazione lo rende agile di spirito e la scrittura lo rende esatto.
(Francis Bacon)

Tutti i dilettanti scrivono volentieri. Perciò alcuni di loro scrivono così bene.
(Friedrich Durrenmatt)

Bisogna il più possibile scrivere come si parla, e non troppo parlare come si scrive.
(Charles A. Sainte-Beuve)

Quelli che scrivono come parlano, pur parlando molto bene scrivono male.
(George L.Leclerc Buffon) 

Scrivere è un modo di parlare senza essere interrotti.
(Jules Renard)

Lascio che i pensieri si succedano sotto la penna nello stesso ordine in cui i temi si sono presentati alla mia riflessione: così potranno rappresentare meglio i moti e il cammino della mia mente.
(D. Diderot)

Un buon libro è un compagno che ci fa passare dei momenti felici.
(G. Leopardi)

Scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli.
(Emilio Salgari)

Per “non” scrivere un libro nessuna medicina è più efficace che leggerne molti.
(F.Martini)

Cercando la parola si trovano i pensieri.
(Joseph Joubert)

Il poeta guarda il mondo come un uomo guarda una donna.
(Wallace Stevens)

Scrivere è trascrivere. Anche quando inventa, uno scrittore trascrive storie e cose di cui la vita lo ha reso partecipe: senza certi volti, certi eventi grandi o minimi, certi personaggi, certe luci, certe ombre, certi paesaggi, certi momenti di felicità e disperazione, tante pagine non sarebbero nate.
(C. Magris)

L’ultima cosa che si scopre scrivendo un libro è come cominciare.
(Blaise Pascal)

Niente insegna a scrivere bene quanto leggere cattivi scrittori.
(Paul Léautaud)

Certi uomini devono scrivere per dare maggior forza a ciò che pensano; altri per darne meno.
(Gian Piero Lepore)

La gloria o il merito di certi uomini è scrivere bene; di altri, non scrivere affatto.
(La Bruyère)

Meglio scrivere per se stessi e non avere pubblico, che scrivere per il pubblico e non avere se stessi.
(Marc Connelly)

Ci fu un tempo in cui le bestie parlavano, oggi scrivono.
(A. Scholl) 

Per avere successo quando si scrive, la cosa migliore è unire l’utile al dilettevole.
(Orazio)

Avere dei libri senza leggerli è come avere dei frutti dipinti.
(Diogene)

L’incontro casuale di un buon libro può cambiare il destino di un’anima.
(M. Prevost)

Criticare uno scrittore è facile. Il difficile è apprezzarlo.
(Luc de Clapiers)

Scrivere un libro di poesie è come buttare un petalo di rosa nel Grand Canyon e apettare l’eco.
(Don Marquis)

Cercando la parola si trovano i pensieri.
(Joseph Joubert)

Il poscritto è la parte più importante nella lettera di una donna.
(J. Garland Pollard)

Uno scrittore deve avere uno stile. Oggi è la cosa principale. Bisogna distruggere tutti i vecchi modi di sentire le cose, di vederle, di dirle.
(G. Stein)

Se conosci bene l’argomento le parole verranno.
(Catone)

La poesia è una pittura che si muove e una musica che pensa.
(Emile Deschamps)

La letteratura è sempre il precursore della vita. Essa non imita la vita, ma la plasma ai suoi fini.
(Oscar Wilde)

Scrivere bene una vita è difficile quanto viverla.
(L. Strachey)

Lo scrittore è essenzialmente un uomo che non si rassegna alla solitudine.
(François Mauriac)

Scrivere: librarsi sopra l’abisso trattenuti soltanto dalla grammatica.
(Heimito von Doderer)

I veri grandi scrittori sono quelli il cui pensiero occupa tutti gli angoli e le pieghe del loro stile.
(Victor Hugo)

Un uomo non può scrivere bene se non è anche un po’ un buon lettore.
(Clement Marot)

Scrivere non è niente più di un sogno che porta consiglio.
(Jorge Luis Borges)

Gli autori più originali non lo sono perché promuovono ciò che è nuovo, ma perché mettono ciò che hanno da dire in un modo tale che sembri che non sia mai stato detto prima.
(Wolfgang Goethe)

Senza la scrittura, ogni cosa diventerà insipida. Leggere non avrebbe più senso, perché uno scrittore legge con uno scopo.
(V. S. Naipaul)

Non si può scrivere bene e, nel contempo, anche facilmente.
(A. Trollope)

Tutti i libri possono dividersi in due classi: libri del momento e libri per ogni tempo, o in altri termini: vi sono libri buoni per un’ora e libri buoni per sempre.
(J. Ruskin)

Nulla dies sine linea. “Non lasciar passare neanche un giorno senza scrivere una riga”.
(Plinio il Vecchio)

8 pensieri su “Aforismi sulla Scrittura”

  1. La scrittura… insiemi di lettere e di parole… il modo più semplice per dar voce a quel che si cela nel profondo di ogni essere!

  2. Quando mi viene l’idea per una storia, mi metto a scriverla. Prima di iniziare, però, mi faccio sempre una domanda: “Cosa rende questa storia tanto importante da essere scritta?”
    (Stephen King)

  3. Nell’inquietudine e nello sforzo di scrivere, ciò che sostiene è la certezza che nella pagina resta qualcosa di non detto.
    Cesare Pavese – Il mestiere di vivere

  4. Scrivere è liberarsi del peso di tanti pensieri e avere la possibilità di rileggerli in futuro.

  5. Scrivere, leggere, sono l’infinito… e non soltanto dal punto di vista grammaticale.

  6. Scrivere è quell’unico mezzo per diventare immortali. Per rendere la propria anima eterna.
    O per chi, come me, non crede nell’esistenza dell’anima, scrivere, semplicemente, è sconfiggere la morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *