All’ombra della gioventù

Si sta bene all’ombra della gioventù…
Al riparo dalle scottature della realtà…
Al fresco dell’incoscienza…

Ma poi t’accorgi presto che…
Certe cose sono come l’Amerika:
Meglio immaginarle che viverle…
E che i tuoi miti sono morti ormai…
E ti ritrovi solo con quel che sei…

La festa è iniziata,
E’ cominciato lo show…
L’urlo s’alza “contro il cielo”…
Le note mi trascinano via…
E in mezzo a tutta quella gente,
Si ferma il tempo,
La smetto di pensare…
Non penso più a niente!

Allora canto…
E canto fino a che la voce non se ne va…
Per uscire fuori di qui…
Per fuggire anche da me…
Per illudermi ancora che…

 

3 pensieri su “All’ombra della gioventù”

  1. un abbraccio e la rivelazione di un segreto:
    anche dopo la bellezza della gioventù, la vita è bella.
    ciao
    anna

  2. grazie per i commenti sempre puntuali. Questa l’ho scritta dopo il concerto di ligabue. Era il giorno del mio compleanno ed ero solo in mezzo a 40000 persone. Allora pensavo che la gioventù scivolava via… certo non finisce tutto con essa ma per citare Houellebecq, “invecchiare è orribile ma farlo da soli è insopportabile!” Era questo che pensavo 🙂 da giovani ci si crede immortali, sempre giovani e belli e si pensa che si può arrivare dove si vuole solo con la forza dei sogni. Un abbraccio ad anna e sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *