Scivola via la tua mano

Scivola via la tua mano
l’ho persa distrattamente
era sul cuore

niente suoni
niente parole
solo una stretta che spezza

il battito

un attimo di stupore
fra le ciglia bagnate
crepe di cristallo

sbiadite nella nebbia
note che fuggono il vento
e la tua voce sconosciuta

ruvida carezza
soffocata dal tempo
e dalla nostalgia di ieri.

Eppure eri qui
c’è ancora la tua ombra sul muro
a coprire il mio dolore

di tramonti miraggi
e tappeti volanti
intessuti di stelle

ma tu non farci caso
io correrò fino al mare
alla mia porta d’anima

e lì mi scioglierò come sale
mi svestirò di questo amore
triste e desolato e ne farò

crepuscolo che muore.

 

4 pensieri su “Scivola via la tua mano”

  1. La tristezza di un Amore nei ricordi di oggi che ancora ferisce i pensieri.
    Struggente e bellissima.
    Ciao. QS-TANZ.

  2. Poesia di un’intensità profonda. L’amore perduto non si nutre nemmeno dei ricordi. Fanno male proprio perchè rimangono tali …ti abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *