Te ne sei andata

Te ne sei andata…

hai lasciato nei miei occhi il tuo sorriso

e il resto nei cuori di chi hai amato.

Te ne sei andata,

si sono spenti i tuoi occhi

che hanno visto il sole

e i suoi colori

e hanno pianto,

e hanno riso,

di dolore e di gioia

e come il vento

sei volata via,

lontana e sola,

lasciando un ricordo

nella mia memoria

e un doloroso stupore

dentro la mia vita,

ti sento nel silenzio della sera,

mi culli nel sogno della notte,

ma sei aria

e come l’aria non ti posso più toccare.

Te ne sei andata,

non hai potuto nulla per restare,

ed al tuo posto

c’è solo un vuoto

pieno di parole,

rimaste lì,

bagnate di lacrime,

piene di dolore,

c’è solo il nero della notte

e il tuo sorriso,

ancorato per sempre

nel mio cuore.

 

93 pensieri su “Te ne sei andata”

  1. Mi piace quel “non hai potuto nulla per restare”.
    Chi va vorrebbe, ma non sa e non può.
    Un abbraccio
    anna

  2. Una bellissima Lacrima scritta con il cuore.
    Capisco cosa provi.
    Ciao. QS-TANZ.

  3. molto bella ho perso da 29 giorni mia madre con un tumore al pancreas capisco molto bene le tue parole ti sono vicina con tutto il mio cuore.

  4. Cara Maria Rita, anche mia madre se ne è andata per un tumore al pancreas, qualche anno fa, ed è rimasta sempre nel mio cuore. Grazie per il tuo commento, anch’io ti sono vicina con tutto il cuore. Un abbraccio da Betta

  5. io ho perso tutti e due i genitori a 3 anni in un incidente e c’ero anch’io sopra alla macchina… e ora ho dei genitri adottivi ma… non rimpiazzeranno mai i miei genitori… perché loro erano unici… me li ricordo… e mi dispiace molto e anch’io ti sono vicina… tanto tanto vicina…

  6. io ho perso mia mamma circa 2 anni fa… per uno stupido errore di ospedale… e la tua poesia è davvero bellissima… un abbraccio a chi mi capisce!!!

  7. ho perso mia madre il 13 giugno di quest’anno, le tue parole esprimono il grande dolore e l’angoscia per la sua perdita. ti capisco

  8. “Te ne sei andata”
    e una bellissima poesia … leggendola, ho pianto perchè ho perso la mia mamma da poco tempo… sei molto brava

  9. solo chi ha toccato con mano la triste esperienza di perdere un genitore, può capire quanto sia grande ed immenso il tuo dolore….. io ho perso in tre anni prima il babbo e da pochi mesi anche la mamma. Bellissima poesia!

  10. Per ele, concy, je, angela e beatrice
    Grazie mille per la lettura e il commento. Un abbraccio da Betta

  11. Io… io l’ho persa da 13 giorni la mia mamma, sono disperata. Questa poesia è veramente dolce in ogni parola.

  12. Che dire… mia mamma se ne è andata lo scorso 18 settembre. Che pena… ho 26 anni e… niente è più lo stesso, sono offuscata, confusa, ferita, dispiaciuta, sono un groviglio di emozioni che stanno lì, sullo stomaco. E non si sciolgono mai. Grazie per la poesia, poter leggere delle parole chiare mi aiuta, è come mettere un po’ in ordine dentro di me, nel groviglio del dolore. Un abbraccio

  13. Cara Michela, grazie del commento, Capisco bene il tuo dolore. Un abbraccio da Betta

  14. E’ il primo anniversario della morte di mia mamma, e tu hai scritto proprio quello che provo, ma sei aria come aria non ti posso più toccare, come vorrei un’ultima volta… grazie per questa bella poesia, io non sono così brava con le parole, leggere le tue mi ha emozionato…

  15. Grazie Marisa, per questo commento, per quello dell’altra poesia. Pensare a mia mamma, come se fosse nell’aria, anche se non la posso più toccare, mi fa pensare che Lei è sempre con me, e mi da conforto, spero che anche tu lo trovi. Ti abbraccio. Ciao da Betta

  16. Poesia stupenda.
    Parole che toccano il cuore
    e suscitano infinite emozioni.
    Complimenti.

  17. questa poesia é bellissima, é quello che provo per la perdita di mia madre, e te sei riuscita a scriverlo…
    oggi sarebbe stato il suo compleanno 🙂

    ho riportato questa poesia su un sito con tra parentesi il tuo nome, spero non dia fastidio…
    ciao Valentina

  18. Ciao Valentina, grazie per aver letto la mia poesia e averla apprezzata così tanto, nessun fastidio per la pubblicazione. Ciao da Betta

  19. Complimenti …parole dal cuore …son capitato su questa pagina cercando una poesia per la festa della donna… (Auguri a proposito)… da mettere su un sito per accompagnare una mia foto… e ho trovato questa stupenda testimonianza di amore…
    Cara Betta… ho perso anch’io mia madre… da un’anno, il 2 di aprile dopo un mese di sofferenza… quando perdi tua Madre perdi te stesso… stai bene ciao…
    (La poesia l’ho salvata)

  20. Grazie Leo, per il commento e per gli auguri, è vero quello che dici, quando perdi la madre è un pezzo del tuo cuore che ti lascia, e il suo ricordo non muore mai. Ciao da Betta

  21. Ciao a tutti voi, c’è una brutta cosa che ci accomuna: la perdita di nostra madre.
    La mia è andata via da quasi 12 anni ed io non riesco ancora ad “accettarlo” del tutto, cerco di conviverci, ma non è facile. Leggere questa poesia e i relativi commenti mi ha emozionato tanto, mi ha rifatto vivere momenti brutti, ma mi dà la forza di andare avanti!
    Purtroppo la vita ci riserva anche questo e noi non possiamo far altro che accettare.
    Sono vicina a tutti voi e comprendo profondamente il vostro dolore, la mamma è la cosa più importante per un figlio… auguri a tutti voi per il vostro futuro…

  22. Grazie Stefania, di esserti fermata e di aver commentato la mia poesia. Ciao da Betta

  23. Bella, davvero bella: cara Betta se mi permetti io la tua poesia la dedico ai miei nonni che non ci sono più ma il loro ricordo e il loro sorriso resterà sempre nel mio cuore, un abbraccio Angela.

  24. Ciao Betta, ho letto la tua poesia per caso, dire che è bella è poco, mi ha colpito tanto. Ciao.

  25. Ciao Betta, anche a me piace scrivere e la tua poesia riassume ciò che provo io oggi dopo un mese e mezzo dalla scomparsa della mia adorata mamma. E’ dura davvero accettare una perdita così importante, ho pianto e ho stampato la tua bella poesia che arricchirà le cose che conservo per la mia mamma.
    Solo chi prova riesce a capire …purtroppo.
    ciao

  26. Ciao Betta, anche io ho perso mia mamma, e leggere la tua poesia mi ha emozionato tantissimo…
    E’ una perdita molto dolorosa e molto dura da accettare!

    Un abbraccio!

  27. Molto bella, io ho pianto finchè leggevo la tua poesia. Anche se sono passati 10 anni, mi manca terribilmente. Ciao un bacio

  28. Ciao, Mamma mi ha lasciato un mese fa… io ho provato a salvarla, c’ero anche riuscito… lei stava meglio, rideva, scherzava ed io le avevo promesso di tornare in Italia e prendermi cura di Lei. Poi il giorno che dovevano dimetterla dall’ospedale, mio fratello mi chiama… in lacrime. Grazie Betta per le tue parole, e grazie a tutti voi per aver condiviso il vostro dolore… siete riusciti a colmare per un attimo questo maledetto senso di vuoto!!!

  29. Caro Vito, grazie a te, per esserti fermato e aver letto la mia poesia, capisco perfettamente il tuo dolore e ti sono vicina con tutto il cuore. Un abbraccio. Ciao da Betta

  30. X Gianfranca, Roberta, Laura, Gennaro e Angela
    Grazie mille per i commenti. Un abbraccio da Betta

  31. E’ molto bello quello che hai scritto, sai anche a me è mancata la mamma, e avevo solo 17 anni appena compiuti, e dopo un anno è mancato anche mio padre e così sono rimasta da sola, ma non mi fa paura l’essere sola, ma non avere più quel calore che ti dà una mamma, ciao.

  32. Ciao Betta, grazie della poesia. La farò scrivere sulla tomba della mia Mamma Marcella che se ne é volata via il 29 settembre 2001 a soli 48 anni. L’abbiamo portata al paese di mio padre perché altrimenti sarebbe finita nella città dei morti (cimitero di Prima Porta-Roma) ma ora siccome hanno costruito un cimitero vicino casa mia (sempre a Roma) e qualche giorno fa è andata via anche la mia Nonnetta materna allora abbiamo deciso di riportarla a casa per evitare di dover fare ogni volta un pellegrinaggio all’insegna della sofferenza. Ora é qui vicino a noi ed alla sua Mamma ed il suo Papà (abbiamo portato qui anche mio Nonno materno morto anche lui nel 2001 ma otto mesi prima di Mamma), ma nel deposito delle salme in attesa di sbrigare le pratiche della burocrazia. Mi é rivenuto su tutto il dolore come se fosse morta un’altra volta ma sto affrontando questa battaglia con il cuore in mano sapendo che sto facendo un gesto di amore bellissimo di cui sia Mamma che l’Infinito che è là fuori me ne renderanno merito ed in parte me lo hanno già reso. Tre giorni dopo averla riportata a casa sono andato al mare perché avevo bisogno di stare all’aperto e mentre camminavo su una spiaggia di ciottoli mi è caduto lo sguardo su una pietra a forma di cuore e l’ho raccolta tenendola stretta a me: ho provato una pace ed una gioia indescrivibili. La Terra ha sentito il mio dolore e secondo me ha cercato di consolarmi come poteva; che tenerezza. Ora mia Madre me la sento vicina come non l’ho mai sentita in questi otto anni e anche se non sono religioso (ma credo comunque alle mie cose) avverto là fuori la presenza di un qualcosa di infinito e meravigliosamente insondabile che ci sente e ci accarezza l’anima quando facciamo qualcosa con tutto il cuore come se fosse la nostra ultima azione su questo mondo. Grazie ancora Betta per questa dolce poesia e scusa se te la prendo in prestito ma stai sicura che l’infinito te ne renderà merito come l’ha fatto con me. Scusate le tante parole ma avevo bisogno di parlare con le persone che hanno avuto il mio stesso problema. Un bacio a tutte le Mamme del mondo e un abbraccio a tutti voi.

  33. Caro Andrea, il tuo commento mi ha commosso profondamente, ti ringrazio per aver preso in prestito questa poesia, e ti ringrazio di aver scelto la mia poesia per parlare di tua madre. Anche mia madre è morta nel 2001, a novembre, precisamente, eppure il dolore è sempre vivo, anche se la sento vicina sempre, grazie ancora, ti abbraccio. Ciao da Betta

  34. Cara Michela, ti ringrazio per le tue parole, l’amore e il calore che ti da una mamma, non è paragonabile a nessun’altra cosa, però io quando sono triste, o il ricordo di lei si fa più forte, chiudo gli occhi e la immagino così, come quando era con me, e allora, come per magia, sento la sua mano sui miei capelli, e sento il calore del suo sorriso, e non sono più sola. Provaci, perchè l’amore che ti ha lasciato tua mamma, è dentro di te, e non ti lascerà mai. Ti abbraccio. Ciao da Betta

  35. Ciao Betta, grazie della risposta al mio commento: mi ha carezzato il cuore! Ora per sdebitarmi voglio dedicarti io qualcosa.
    E’ una canzone dei Pink Floyd che si chiama “Green is the colour”. Forse la conoscerai già, io la sto ascoltando ora e la ascolto praticamente da sempre ogniqualvolta ho voglia di mettermi in comunicazione con l’Infinito: è la colonna sonora della mia vita. Sembra come se fossero gli Angeli a suonare e non i Pink Floyd. Parla di una donna angelicata e dice che Verde è il colore di quelle come Lei. Ha i raggi del sole che le escono dagli occhi, ma è talmente sensibile che la luce della Luna l’acceca. Brilla a tal punto di luce propria che per poterla osservare ci si devono coprire gli occhi.
    Ti consiglio di ascoltare la versione dal vivo che puoi trovare su Live in London del 1971: è qualcosa di meraviglioso! Grazie ancora Betta e spero che “Green is the colour” accarezzi anche il tuo cuore.
    Ti abbbraccio forte! Andrea

  36. Caro Andrea, conosco bene i Pink Floyd, e conosco la canzone che citi, stupenda. Grazie della dedica, un abbraccio da Betta

  37. Ho perso mia madre 12 anni fa, era giovane e bella, bella come tutte le mamme sanno esserlo.
    Ancora oggi ho un vuoto dentro al cuore, che nessun altro affetto sa o può colmare. La poesia è molto bella, altrettanto bello non è l’essere arrivati a scriverla.

  38. Doloroso stupore e immenso vuoto è questo che il 20 novembre scorso ha travolto me e la mia famiglia nella perdita di nostra madre.
    La sua malattia, improvvisa e deflagrante come una cannonata, è stata come precipitare per 40 lunghi giorni nei quali si sono alternati dolore e speranza, sconforto nero e ancora spiragli di luce.
    Straziato della sua consapevolezza a doverci abbandonare e ammirato della sua immensa forza nel voler restare avvinghiata alla vita.
    Ho ancora impresso nella mente il suo sguardo di quell’interminabile ultimo giorno, i suoi occhi erano ancora più chiari del solito e nel silenzio delle macchine ci interrogava, ci consolava, ci assolveva.
    Mi auguro nel profondo del mio cuore che io e la mia famiglia, anche grazie a questa tua splendida poesia, possa presto abbandonare il dolore per la sofferenza subita e ancorare al proprio cuore il sorriso di mia mamma Rosa.
    Cara Betta, ti sono immensamente grato per quanto hai scritto, so che il tempo nel quale vivrò un ricordo sereno di mia madre è ancora lontano ma, se io avrò il conforto di queste tue parole ogni qualvolta pensassi a lei, presto abbandonerò questo mio tormento. Grazie.

  39. Caro Antonio, grazie, veramente delle tue parole, mi hai emozionato tanto, capisco bene ciò che provi, tutto il dolore sembra travolgerti, ci vuole tempo, ma fra un pò vedrai che riuscirai a ricordare senza ogni volta sentire questo dolore così grande. Il tempo aiuta molto, e poi riuscirai a sentire tua madre accanto a te, ed a ricordarla con un sorriso, e con la consapevolezza che lei in fondo, non ti ha mai lasciato. Ti auguro di trovare presto questo conforto, e ti sono vicina con tutto il cuore. Ti abbraccio forte. Ciao da Betta

  40. Ero sicuro che in qualche sito internet vi era qualcuno che avrebbe scritto parole angeliche per la mamma. Ancora ho la mia mamma, ma soffro per le mie figlie che da due anni non hanno più la loro mamma morta precocemente e all’improvviso e non potranno più pronunciare, chiamare, strillare il nome MAMMA. Grazie e scusatemi della mia solitudine. Leonardo.

  41. Io ho ancora la mia mamma, ma non so perchè vivo con il terrore di perderla. E’ talmente tanto l’amore che provo per lei che il solo pensiero che un giorno non ci sarà più è capace di farmi spuntare le lacrime.
    Magari voi mi prenderete per scemo perchè io la mia mamma ce l’ho ancora e non ho motivo per essere triste, mentre il vostro è un dolore giustificato. In questo caso scusatemi.
    La cosa che più mi opprime è che vedo la perdita di una mamma come una ferita che non si rimargina mai, forse sono influenzato dal vedere mia mamma che a quasi 20 anni dalla scomparsa della sua mamma che ancora ogni tanto piange, in silenzio per non farci preoccupare, ma piange.
    Leggendovi qui sopra ho provato un gran desiderio di fare qualcosa per porre fine al vostro dolore. Vi abbraccio e conservo le vostre esperienze sul fondo del cuore
    Aldo

  42. Anch’io ho perso mia mamma il 2 aprile 2009 per un tumore al pancreas.
    Penso che le parole siano inutili. Mi manca e questa poesia esprime i sentimenti di ognuno di noi.
    Grazie

  43. Aldo
    non sei solo,
    anch’io vivevo nel terrore di perdere la mia mamma. Mi capitava di andare al funerale della mamma di qualche conoscente e piangere pensando al funerale della mia mamma. Poi un mese fa mi ha lasciato davvero e ancora non mi rendo conto di cosa sia successo; la piango, la piango tanto. Allora dico a te, Aldo, goditela finché è con te, assapora ogni minuto di questa vita, io darei 10 anni della mia per riabbracciarla.
    A te Betta grazie; una poesia come questa riesce a dare tanto alle persone che soffrono per un evento così sconvolgente.

  44. Cara Betta, poichè mia madre a giorni farà trent’anni dalla sua scomparsa, stavo scrivendo qualcosa di lei sul mio blog. Volevo poi chiudere il post con una poesia bella da poterle dedicare. Sono capitata qui ed ho letto la tua. E’ molto bella ed esprime i sentimenti che anche io provo. La posterò, se tu non hai niente in contrario, per il momento ti dico grazie, grazie per il tuo sentimento che esprime anche il mio, grazie per la tua sensibilità. Ne ho lette tante di poesie sulla mamma, ma la tua è veramente toccante, grazie!

  45. Caro Leonardo, mi dispiace tanto per le tue bambine, il solo pensiero mi addolora tanto, certo non si può sostituire una mamma, ma ti auguro con tutto il cuore che tu riesca a dare serenità alla tua famiglia, dai un abbraccio alle tue bambine. Ciao da Betta

  46. Caro Aldo, capisco bene la tua paura, io ho vissuto anni con la paura di perdere mia mamma, quando l’ho persa, ho capito che per il resto della mia vita avrei avuto questo grande vuoto dentro me, perchè penso che non si può, smettere di sentirne la mancanza, comunque, non tormentarti, anche perchè le mamme lo capiscono, e soffrono, piuttosto goditela finchè puoi, ti abbraccio. Ciao da betta

  47. Cara Luisa, so cosa stai provando, i primi tempi è molto difficile andare avanti come sempre, ma vedrai che con il tempo, riuscirai a sentirla vicina, e a ricordarla con un sorriso. Grazie per il tuo commento. Ti abbraccio. Ciao da Betta

  48. Cara Rita, ti ringrazio molto, sei gentile, mi fa piacere che hai postato la mia poesia, e non ho assolutamente niente in contrario, anzi ti ringrazio. Un bacio da Betta

  49. Ciao Betta,
    a breve mia madre saranno 5 anni che è scomparsa… avevo 25 anni quando è morta… mi sono rimboccata le maniche e portato avanti casa e famiglia… con molto dolore ma tanta forza di volontà. Più passa il tempo e più dovrei reagire invece no… sembra quasi che le cose vadano al contrario. Sto sempre più male… le tue parole sono splendide e toccanti… Ti ammiro molto per ciò che riesci a scrivere… riesci ad esternare esattamente ciò che senti… con affetto, stefania.

  50. Cara Betta,
    mia mamma mi ha lasciato da 5 giorni… non me l’aspettavo… era anziana, ma quando vedi tua mamma morire non sei mai preparata… ha vissuto donandoci tutto il suo amore e adesso capisco quanto è triste non essere più avvolta dal suo affetto, dalle sue parole, dai suoi sguardi dolci…
    Bellissima la tua poesia, la leggo e la rileggo e sembra che tu sia entrata dentro al mio cuore a carpire tutti i sentimenti che stanno travolgendo la mia anima…
    Un abbraccio. Paola

  51. Ciao, mi chiamo antonella e purtroppo ho perso mia madre da poco esattamente il 19 gennaio 2010 per un cancro all’utero, è volata in cielo nel giro di 6 mesi dopo un immenso calvario, e per caso ho letto la tua stupenda poesia, sai ho pianto tantissimo mentre la leggevo, rispecchia tutto quello che ho dentro, la morte di mia madre per me è stata come se fossi stata catapultata nella realtà, mentre quando c’era lei, vivevo in un sogno bellissimo, avevo tutto, avevo lei, e adesso non ho più niente. Spero che il dolore mi lasci presto, come si dice, la vita va avanti. Ti ringrazio per la tua poesia, e spero che non ti dispiaccia se la metto davanti alla sua tomba, è bellissima! Sono vicina al tuo dolore, ti mando un immenso abbraccio.

  52. Ciao betta… con la mia famiglia abbiamo deciso di raccontare la tua poesia per ricordare a tutti, quanto la mia mamma fosse stata importante per tutti noi… sei veramente dolcissima, un abbraccio davide.

  53. Ciao Betta,
    Complimenti la tua poesia e stupenda… si sente che viene dal cuore…
    Sono distrutta, mi sento vuota, sola e persa… ho perso la mia mamma 4 mesi fa, un semplice malore, il giorno dopo sarebbe dovuta andare dal medico…
    ero accanto a lei, dormivamo… ma all’improvviso un urlo straziante, ha gridato il mio nome e mi ha toccato la spalla… sono saltata dal letto… ero disperata… sono disperata.
    Ti amo mamma

  54. Che dire, grazie Betta! Parole fantastiche, poesia dolcissima. Oggi è un anno che la mia mamma se n’è andata, queste tue righe mi hanno fatto piangere!!!
    “hai lasciato nei miei occhi il tuo sorriso
    e il resto nei cuori di chi hai amato”

    Grazie Betta, un abbraccio forte.

  55. Mi ritrovo a scrivere le stesse parole che hanno scritto tutti gli altri, ma è inevitabile perchè a tutti ci accomuna lo stesso grande dolore: la perdita della mamma.
    Mi sono ritrovata in quelle frasi, sei stata di una sensibilità e di una delicatezza propri solo di chi sta provando questa terribile sofferenza.
    Grazie Betta, per aver scritto questa poesia. Stefania

  56. Ciao ho 20 anni e da meno di un mese un’altra ragazza di quasi 21 anni è morta a causa di un tumore… il sorriso, proprio quello che descrivi tu, era la sua arma migliore… ed è proprio quello che non riesco a togliermi dalla testa… grazie per la poesia, con il cuore… mi ha fatto buttare fuori qualche lacrima rimasta ancora incastrata nei miei occhi, e ogni tanto, piangere fa bene. Grazie

  57. Cara Betta, poesia a dir poco meravigliosa. Anch’io ho perso la mamma da poco più di due anni e come chi ti ha già scritto, sento la sua mancanza ogni giorno di più. La tua poesia mi ha toccato il cuore… Mi ha fatto piangere… Grazie per aver messo in rete queste parole… Grazie davvero per aver scritto il tuo pensiero, il solito di chi ha perso la mamma… Parole che abbiamo sempre avuto nel cuore ma non siamo riusciti a scrivere. Regalerò alla mia mamma una rosa e la tua poesia la prossima volta che andrò a trovarla.
    Grazie. Ciao Claudia.

  58. Grazie per questa bellissima poesia, sto ancora piangendo per la mia mamma, è vero con lei è andata via una parte di me, però lei vive in me e quindi non morirà mai. Ti abbraccio
    Grazie Elisabetta

  59. Ho perso mia madre due giorni fa (10 settembre 2011), il dolore è ancora struggente. Girovagavo per internet nell’utopia di poterla rivedere, reincontrare, risentirla, riabbracciarla ed ho “incontrato” la tua poesia, il tuo pensiero più intimo che con grande generosità hai donato e doni a coloro che hanno provato questo incolmabile dolore. Grazie.
    Se me lo concedi, vorrei, citando il tuo nome, cognome, o altro dato che mi vorrai gentilmente indicare, vorrei scriverla sulla tomba di mia madre.
    Grazie di cuore.

  60. Caro Raimondo, mi dispiace molto per tua madre, capisco perfettamente il vuoto che senti dentro, puoi senz’altro mettere le parole di questa poesia sulla tomba e non c’è bisogno che metti il mio nome, non è importante… spero che presto il tuo dolore si attenui e il ricordo diventi dolce, di quella dolcezza infinita che solo una mamma può dare. Grazie delle tue parole. Un abbraccio da Betta

  61. Cari amici che avete commentato questa poesia, grazie e scusate se il mio ringraziamento arriva con ritardo. Vi abbraccio tutti con affetto. Betta

  62. Sei riuscita con le tue parole ad esprimere i miei pensieri… E TI RINGRAZIO… ad un mese dalla morte della mia CARA mamma il dolore è incolmabile ed immenso… e penso che non passerà mai… quando muore una madre una parte di noi muore con essa… e i pilastri della nostra vita vengono a mancare… Ciao Betta….

  63. Un dolore fisico, ti strugge dentro. 3 settimane senza la mia mamma, 17 anni senza il mio papà. Come si fa a vivere senza i pilastri della nostra esistenza? Una poesia bellissima scritta da chi il dolore l’ha provato. Grazie Betta.

  64. Il dolore della perdita di un genitore non ti abbandona mai, a volte credi di averlo superato e poi, specie durante le feste, affiora con la stessa violenza della 1° volta… ho perso da 2 anni la mamma e da 10 il papà e la mia vita senza di loro non è più la stessa… grazie per aver condiviso con noi la tua poesia… è bellissima… Betta

  65. La poesia è bellissima! Io ho solo 17 anni e ho perso la mia mamma 7 anni fa! E’ stato un periodo tremendo, ho perso il mio punto di riferimento proprio quando ne avevo più bisogno e di lei mi manca tutto: la sua voce, i suoi abbracci, tutte le volte che mi diceva di volermi bene. Ora il mio papà ha incontrato una ragazza speciale che vuole bene a tutti noi e dal loro amore mi è nata una bellissima sorellina, è stato difficile accettarlo soprattutto all’inizio ma è questo ciò che voglio dire a Leonardo che nonostante tutta la sofferenza la vita va avanti. Nessuno potrà colmare quel vuoto che le tue bambine ora hanno per la perdita della loro mamma ma sono sicura che lei vorrebbe solo che fossero felici perchè tutti noi, per tutto il dolore provato per la rabbia di non poter più riavere ciò che è nostro a tutti gli effetti è questo che ci meritiamo: LA FELICITA’.

  66. Complimenti sono delle bellissime parole che fanno riflettere su quanto è importante la mamma. La mia è da quasi quattro anni che è morta ma non le sono stata vicino tutto il periodo della sua malattia, e oggi mi manca da morire e avrei tante cose da dirle ma la prima sarebbe PERDONO!

  67. Sono capitata per caso in questa pagina perchè cercavo una bella poesia per la festa della MAMMA e sono stata colpita dal titolo. E’ stupenda, meravigliosa. Ho pianto tantissimo mentre la leggevo perchè rispecchia tutto quello che ho dentro. Anche se sono passati 17 anni da quando mia madre è andata via, quel vuoto c’è e ci sarà sempre, mi manca tanto. Grazie per aver condiviso questa bellissima poesia. Ciao.

  68. Anche io sono capitato per caso in questa pagina in cerca di qualcosa da poter dedicare alla mia mamma, apparte ciò che ho gia scritto dettato dal mio cuore. Sono 8 mesi che se ne andata e il vuoto che ho diventa sempre più profondo e leggendo la poesia di Betta mi sono accorto che dai miei occhi scendevano lacrime e non riuscivo a fermarle…avevo perso il comando. Brava Betta e un abbraccio a tutti voi.

  69. Cara Betta, i tuoi splendidi versi hanno alleviato il dolore immenso che mi ha devastato per la perdita improvvisa della mia adorata mamma, a pochi mesi dalla scomparsa di papà.
    Amavo profondamente mia madre: luce che illuminava la mia esistenza e fuoco che riscaldava quando avevo freddo. Mi rimprovero di non essere stato più vicino a lei e di non averla capita un po’ di più. Ieri sera ricordavo con malinconia le lunghe passeggiate al parco con mamma: lei era serena solo in quei momenti e si sentiva viva abbracciandomi e camminando insieme a me. Perché la bellezza svanisce? Perché esiste la sofferenza che devasta un’esistenza? Perché la morte ci porta via i nostri affetti più cari? Mi piacerebbe sapere che mamma sia tornata come era prima: bella sorridente e serena come prima e insieme al suo compagno di vita.
    Un abbraccio forte.

  70. Cercavo la traduzione di after you’ve gone ed ho trovato un’emozione indicibile perchè questa poesia mi fa rivivere tutto quello che ho vissuto in tanti anni con mia moglie (anche tenera mamma e nonna) che mi ha lasciato da un anno. Grazie. f
    Franco

  71. Mi associo a tutte le persone che hanno elogiato le tue dolci parole. Anche la mia adorata mamma mi ha lasciata 4 mesi fa ed io? Vorrei essermene andata con lei. Un abbraccio.

  72. Ciao betta, il 7 aprile la mia mamma mi ha lasciato, e non riesco a farmene una ragione, ancora oggi mi capita di svegliarmi al mattino e pensare di aver fatto un brutto sogno, ma subito realizzo che da quel 7 aprile per aver un incubo ora devo svegliarmi!!
    Ho letto e riletto la tua poesia e come puoi immaginare l’ho imparata a memoria e ogni volta che mi passa in mente una lacrima solca il mio viso. Sei davvero brava grazie per averla resa pubblica, ti abraccio.

  73. Parole fantastiche, Poesia meravigliosa. Ho perso mia madre il 31 luglio 2013 alle ore 20 e 30. Ha lasciato in me un grande vuoto nel mio cuore, ma so che mi sarà sempre vicina. Grazie betta

  74. Ricordo di essere stata riaccompagnata a casa dai miei colleghi, faceva freddo. Mi son seduta in giardino. Vedevo tanta gente intorno a me, gente che mi abracciava e piangeva. Non volevo rientrare in casa, poi dopo tante insistenze son salita e mi hanno dato dei calmanti. Non capivo non mi rendevo piu conto di niente. Il giorno dopo sempre sotto tranquillanti mi son svegliata e ho chiesto a mia zia di portarmi da lei. Ricordo la gente che mi veniva incontro ma io li scansavo, volevo andare da lei… era lì ferma, immobile… ho fatto uscire tutti, le ho preso le mani e ho chiesto a mio padre di prendere una coperta perche la mamma aveva freddo… mio padre mi ha abbracciata e piangendo mi disse: “la mamma non puo piu sentirti!” fra tre giorni saranno dieci anni che se ne è andata ma per me è come se fosse successo ieri. Ho imparato a convivere con questa mancanza ma non me ne farò mai una ragione.. se ne è andata a 48anni per un infarto… ti amo mamma…

  75. Io sono un marito e papa di due bellissime bambine Sara ed Elena e sto vivendo la fase terminale di mia moglie malata di cancro.
    Non so come sarà il futuro ma vi ringrazio perché sento vicine altre persone che hanno vissuto tragiche storie familiari.
    Grazie
    Emanuele

  76. 07 febbraio 2015… per ora resta il giorno più brutto della mia vita!!! Non ci sono parole per commentare un dolore così grande, e soprattutto non ci sono parole per commentare l’impotenza di non poter fermare le ultime ore dopo aver capito che sono le ultime… vedere la sofferenza di chi ti ha messo al mondo e cresciuto con tutto l’amore possibile è davvero straziante… avrei voluto parlarle di più l’ultima notte in cui riusciva ancora a parlare e invece ero distrutto dal dolore e dalla stanchezza… non c’è stata un’altra notte per rifarmi, la situazione è precipitata improvvisamente e irreversibilmente… solo chi ha subito una perdita così grave può capire, gli altri possono solo immaginare… sicuramente il tempo servirà a rimarginare la ferita, ma per ora il dolore è un crescendo, perchè più passa il tempo e più l’assenza è massacrante… chiudo con una frase non mia, ma di Oriana Fallaci: “La morte della madre […] è l’anticipo della tua morte. Perché è la morte della creatura che ti ha concepito, portato dentro il ventre, regalato la vita. E la tua carne è la sua carne, il tuo sangue è il suo sangue, il tuo corpo è un’estensione del suo corpo: nell’attimo in cui muore, muore fisicamente una parte di te o il principio di te, né serve che il cordone ombelicale sia stato tagliato per separarvi”. Ciao Mamma Gemma… proteggimi!!!

  77. Ciao Betta 3 settimane fa mia madre se n’è andata in cielo dopo aver lottato contro un cancro. È stata molto dura passare dalla gioia più grande (il matrimonio di mia figlia) al dolore più grande. Ancora non sono riuscito a realizzare quello che è successo e sto malissimo. Vivo ancora le sue ultime ore di vita e non riesco a pensare ad altro perché era lucidissima fino all’ultimo e le sue ultime frasi erano rivolte a noi 5 figli tutti al suo capezzale e ci diceva “figli miei aiutatemi” ma eravamo impotenti e in quei frangenti mi si spaccava il cuore. Grazie per le belle parole della poesia, le metterò sulla sua lapide. Un abbraccio

  78. Ciao Betta il 30 maggio di quest’anno ho perso anch’io la mia mamma e ho un grande dolore dentro di me che spesso non riesco a contenere e allora piango, anche la notte spesso piango pensando a lei, anche se aveva 84 anni non si è mai pronti a perdere una mamma. La tua poesia è bellissima e delicata, rispecchia proprio tutto quello che si perde quando una mamma se ne va per sempre. Spero comunque che oltre la morte, ci sia un’altra vita migliore di questa terrena, che la mia mamma e tutte le altre possano finalmente aver trovato la pace e la serenità e che da lassù ci guardino e ci proteggano. Un abbraccio

  79. Grazie Betta per le splendide parole. Ho perso da poco mia figlia e la tua poesia è perfetta, ho dedicato un video con musica e mi sono permesso di usare le tue splendide parole che si rispecchiavano in mia figlia, spero che la cosa non ti dia fastidio ma scusa la tua poesia è toccante e troppo bella! Grazie di cuore Nicola

  80. Ciao Betta… mi hai commosso… vorrei usare le tue splendide parole per ricordare mia sorella… grazie di cuore.
    Concetta

  81. Ciao Betta, l’8 luglio di quest’anno, anche mia madre mi ha lasciato e le tue parole rispecchiano perfettamente il mio stato d’animo, grazie. Cristina.

  82. La tua poesia ha suscitato in me profonda commozione, mentre leggevo le lacrime continuavano a scendere. Ho perso mia mamma da tre giorni e le tue parole rispecchiano tutto ciò che sto provando. Grazie per aver voluto condividere le tue emozioni espresse con parole toccanti, Andreina

  83. Molto bella proprio ciò che tutti sentiamo quando questo accade. Grazie è già migrata ai miei fratelli. Amare una madre è l’infinito. 😍

  84. Mi hai commosso, io ho perso mia mamma a cui ero molto legata poco più di un mese fa e sto soffrendo tantissimo. Mi ha lasciato un vuoto incolmabile. Bella poesia davvero sentitissima!

  85. Betta, hai scritto tutto ciò che provo per mia madre scomparsa il 12 febb 2017, sono impazzita nella ricerca di qualcosa di originale, particolare, unico, ma nulla mi è piaciuto, nemmeno quello che ho scritto e riscritto piu volte per lei, appena ho letto la tua magnifica poesia, ho pianto ed è quella che desidero avere dietro la sua immaginetta, scusami se la prendo in prestito, sotto scriverò Betta, ma la mia corsa è finita, tu hai scritto ciò che il mio cuore non riusciva a fare, grazie infinite!

  86. La mamma è la persona più bella che può esistere al mondo, bella la poesia, grazie!

  87. Cara Betta, ho letto la tua bellissima poesia, che ha suscitato in me una profonda commozione, mi ha fatto ricordare in pochi attimi le tante immagini di vita vissuta accanto alla mia Mamma che ho perso l’11 gennaio scorso.
    Domani sarà il Suo compleanno e provo una immensa tristezza nel pensare che per la prima volta nella mia vita non potrò passare a salutarla per farle gli auguri come facevo tutti gli anni.
    Nel leggere la tua poesia però, oltre a commuovermi, ho provato una forte emozione perché le Tue parole mi hanno fatto sentire vicino a Lei.
    Permettimi di potergliele dedicare in occasione del Suo compleanno.
    Ti ringrazio per aver scritto questa stupenda poesia e Ti rivolgo vivissimi COMPLIMENTI.
    Adelmo

  88. Grazie, ho trovato la tua poesia la prima notte senza la mia mamma che se n’è andata lo scorso 19 novembre, ha chinato il capo e dopo poco il battito del suo cuore si è fermato dopo tanti che ne aveva fatti come niente ed è volata via.
    Dopo tanti anni le parole che hai scritto per tua mamma aiutano qualcuno in questo passaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *