Conosco…

Conosco

una carezza 

per gli oggetti

del passato,

di qualcuno

che ormai se ne é andato.

Nessuno

lo ha dimenticato,

neanche il tempo

ne ha allentato

il volto,

il ricordo,

il pensiero.

Certo,

esiste la rassegnazione,

ed al dolore,

una carezza

in sostituzione

di quello che fu

il suo calore,

ed oggi,

un vecchio oggetto

che porto appresso,

é diffusore

di toccanti emozioni.

 

13 pensieri su “Conosco…”

  1. Ricordare e portare nel nostro cuore affetti, pensieri, insegnamenti di chi è stato prima di noi è una grande ricchezza.
    Non ci pensiamo quasi mai, ma siamo quelli che siamo grazie all’amore e all’esempio di chi ci ha preceduto e resterà vivo finche vivrà nel nostro ricordo.
    Ciao
    anna

  2. Stupenda …mi lascia dentro emozioni mai sopite …scivolano addosso piacevolmente! Grazie Sandra.

  3. Condivido a pieno questo tuo pensiero, certi oggetti ti parlano quando li guardi, ti coccolano quando ti senti solo e hanno il potere di fermare i momenti belli, a volte tristi ma cari da ricordare, del nel nostro passato, tenendoli vivi.
    Un abbraccio
    Alice Rainbow

  4. Grazie tante. Il ricordo di una persona é una grande ricchezza, l’oggetto, é qualcosa di tangibile e altrettanto forte, pensare che mani amate lo hanno toccato, beh, direi che é piuttosto notevole emotivamente.
    Sandra

  5. E’ una apprezzabile dichiarazione di sentimenti, ma ciò non basta a farne poesia.
    Andare a capo quasi ad ogni parola considerandola un verso e fare rima qui e là, non basta a definire come poetico il tuo scritto.
    Con un maggiore sforzo di ricerca d’un equilibrio tra musicalità e profondità del significato, anche senza rime, otterresti un risultato più pieno.
    Buona fortuna e buon lavoro.
    Armando

  6. X Armando

    Grazie per l’apprezzabile e per l’augurio di buona fortuna e buon lavoro. Seguirò il consiglio, per quanto mi concerne il mio é un piacevole impegno e continuo allenamento.
    Sandra

  7. La trovo molto bella e significativa. Porto sempre con me, un oggetto appartenuto a mia madre, ed è come averla accanto, sempre… brava Sandra, un saluto da Betta

  8. Nessun fiume è ricco come il nostro spirito, di conservare i ricordi, le percezioni e le sensazioni.

  9. E tutto così chiaro ciò che scrivi.
    Come quel dolore che non passa mai ma si trasforma quasi in un’emozione che si sprigiona ogni volta che il ricordo riaffiora.
    Toccante!
    Un caro saluto.
    Ciao. QS-TANZ

  10. E’ vero, un oggetto che ti riporta indietro nel tempo, che rinnova emozioni dimenticate, che strappa una lacrima o un sorriso, ma soprattutto ti aiuta ad esistere. Credo. Dolce ed elevata.

  11. X Sergio

    Oggetti che parlano, mani che accarezzano, teste capaci di ricordare, recepire e trasmettere,
    l’essere umano é ancora capace di avere un’anima, dunque.
    Grazie per condividere.
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *