Porta il mio sonno lontano

Raccontami una storia

passerottino mio,

ho tanto sonno

ma non riesco a dormire.

La mia mente

è colma di strani pensieri

e non ce la faccio

a chiudere gli occhi.

So che provieni

dal bosco incantato

ed hai deciso di essermi amico

per rivelarmi un segreto.

Ti prego davvero

comincia a narrare,

ti ascolto in silenzio

con tutto il mio cuore.

Porta il mio sonno

lontano lontano

e fammi conoscere

gli elfi,

le fate.

i draghi e i folletti,

maghi e sirene

che possano darmi

notti tranquille.

Ti aspetto domani,

sul davanzale

ed avrò per te

pane e semini.

Porta il mio sonno

lontano lontano,

porta il mio sonno

volando più in alto,

porta il mio sonno

leggero con te!

 

7 pensieri su “Porta il mio sonno lontano”

  1. carissimo,
    leggo nei tuoi versi una grande tenerezza e dolcezza d’animo che ti fa onore.
    belle le immagini che descrivi.
    come dicevamo qualche giorno fa, è difficile difendere e conservare sentimenti delicati in un mondo che predilige toni forti e scabrosi e ti confesso che mi chiedo se vale la pena di continuare a difendere la tenerezza e la semplicità di sentire tra campioni di braccio di ferro.
    con simpatia.
    anna

  2. Ciao,
    una bella poesia. Sa di bimbo, di favola, di carezza e di dolcezza. Suona strana in un mondo dove certe delicatezze sono sorpassate da tutto ciò che é immediato e ben tangibile.
    Meno male che ci sei e si può così ascoltare un cuore ancora capace di battere.
    Sandra

  3. molto dolce e carina! la delicatezza e la magia è nella bellezza del creato, è nascosta in ognuno di noi! bisogna solo riscoprirla: non per dormire ma per vivere con più gusto a occhi aperti!
    ciao, rosatea

  4. che scritto dolce! Desiderio di sogno, poesia, favole, desiderio di leggerezza.
    Bello
    Mary

  5. Davvero dolcissima questa poesia… tenera e delicata come il battito d’ali di un passerotto.
    Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *