Appello d’amore

Dammi

un segno della tua presenza

e io sentirò caldo

anche se fuori c’è la neve

e il camino nella stanza

è spento.

 

Regalami

un po’ della tua voce

e io danzerò nel vuoto

anche se intorno c’è silenzio

e lo stereo nella stanza

non risuona.

 

Dammi

una carezza silenziosa

e io per un po’ mi sentirò protetta

anche se attorno c’è solo il buio

e la tua mano il mio viso

non lo sfiora.

 

Regalami

un sorriso

e per un po’ io sorriderò per ricambiarlo

anche se tutti attorno a me piangono

e il biancore dei tuoi denti nella stanza

è spento.

 

3 pensieri su “Appello d’amore”

  1. COncordo con te. Anche io le amo e ammiro chi si ricorda di usarle sempre e sa farlo quando è opportuno… io non rientro tra questi 🙂

  2. Molto dolce, intensa quanto basta, sfiora una lirica non drammatica. Lascerei così la punteggiatura conferisce più musicalità ed una sua ritmica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *