Estate …

Quando pensavo che il freddo invernale che mi portavo dentro avrebbe offuscato anche il sole d’Agosto, il sole è tornato a scaldare i miei sensi e le mie notti …
Perché quest’Estate così calda, porta nei suoi aliti di vento tutto il Suo sapore … ed io, trascorro il mio tempo nell’attesa di farmi avvolgere da quel profumo …
Senza poter lasciare alcun segno, io sento di potermi ora aggrappare a Lei con le mie unghie, su questa zattera in riva al mare che baciata dalla luna, sorregge sul legno e sulla sabbia le sue note e le sue notti.
Scaldati da queste piccole luci, che il tempo e l’inverno non spegneranno mai … i nostri corpi si coprono solo di musica, e agitandosi su un angolo di terra messo su apposta per farci ballare … iniziano a respirare la vita, istanti di vita sulla quale un disco girerà per sempre, ogni qual volta i nostri piedi e la nostra mente torneranno a posarsi sul legno e sulla sabbia …

Perché quest’Estate, quando attraversa il mare, oscura, se pur senza nuvole, ciò che di esso ora mi fa paura, e rende la sua acqua più limpida e fresca …
Perché queste parole sapranno di spiaggia, sole, cocktail alla frutta, materassini rubati, sale, risate, batticuori, amicizia, candele, stelle, musica, trasparenze, abbronzatura, sguardi, turisti, vecchi amici e vecchie e nuove storie … rigorosamente tutte sbagliate!

Perché anche il pensiero che tra un po’ tornerà a far freddo … non priva questi momenti del loro calore, ma quando il freddo tornerà … la mia Estate anche per questo mi mancherà davvero tanto …

E la mia mente ripercorrerà quelle strade che portano al mare e al sole, e sentirò ancora il suo sapore.
Sarà come un bacio, lungo quanto un’Estate, e forse anche di più …

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *