Io e mia nonna

Cara nonna,
ti scrivo queste parole perché il ricordo che ho di te impresso indelebile nella mia mente, si infrange con la realtà che vedo davanti ai miei occhi. Chi immaginava che una donna forte come te potesse ammalarsi, che in un attimo tutti i tuoi ricordi su di noi potessero cancellarsi, come in pc quando non salvi il documento. Ti vedo fragile smarrita, tu che eri forte, che non ti alzavi mai dopo le otto, tu che mi nascondevi la ricotta che mi piaceva tanto, tu che mi regalasti la prima bicicletta, tu che cucinavi per tutti, tu che avevi “un bicchierino” pronto per tutti.

Ora di quella donna non resta che un corpo appesantito dal tempo, una mente che naviga in balia di una tempesta, e a me non resta che guardarti da lontano col cuore affranto per le cose che non ti ho detto e che tanto avrei voluto dirti, per il tempo che ho sprecato senza venirti a trovare, per tutte le volte che ti avrei voluto abbracciare come facevo da piccola e non l’ho fatto, per tutti i sogni che avevi per me che non sono riuscita a realizzare, per tutte le volte che avrei dovuto sorreggerti e non l’ho fatto e ora che vorrei parlare un po’ con te, sentire i tuoi racconti, tu non sai più chi sono. Ma io lo stesso ti appoggio la testa sulle gambe, per sentire la tua calda mano che mi accarezza i capelli e mi rivedo bambina, quando mi bastava un tuo sorriso, per essere felice nonna.

Quale dolce donna si nasconde dietro la parola nonna, tu che rappresenti per me la mia gioventù, di quando mi tenevi in braccio sperando per me una vita migliore, tu che mi toccavi il cuore con le tue parole, sagge e piene di esperienza, tu che mi davi una pacca sulla spalla quando sbagliavo, che non giudicavi quando ero in difficoltà, tu che mi amavi senza chiedermi nulla, tu che sapevi donare senza ricevere. Nonna sei un grande dono come l’amore che ho per te.

 

4 pensieri su “Io e mia nonna”

  1. Che bella lettera! Credo che anche se tua nonna adesso sta male avverta il grande amore che tu provi per lei. Purtroppo i miei nonni sono venuti a mancare ed i nonni materni li ho persi quand’ero bambina, ma spero che da lassù anche loro avvertano quanto bene gli ho voluto e gli voglio. Un abbraccio.

  2. I nonni sono dei personaggi importanti e fa male vedere il cambiamento del tempo o delle malattie.
    Ognuno compie il proprio ciclo di vita, l’importante, a mio avviso, é la consapevolezza di aver donato ed essere stati amati in vita e nel ricordo futuro.
    Ciao.
    sandra

  3. Carissima Chiara, è bellissimo questo tuo pensiero, io questo rapporto così speciale lo avevo con la nonna materna, che abitava con noi, sono cresciuta con i suoi racconti, e anche adesso che non c’è più, la ricordo con dolce rimpianto. Capisco come ti senti, adesso che sta male, ma quello che è riuscita a darti ti rimarrà dentro tutta la vita. Ti abbraccio e spero che tua nonna si riprenda, un bacio da Betta

  4. Ciao Chiara, sapessi quanto mi hai commossa con il tuo scritto: purtroppo io ho perso i nonni quando ero solo una bambina e da piccoli non ci si rende conto del grande valore che sono i nonni: ancora complimenti Angela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *