Silenzi

Due sguardi si incrociano,

si soffermano

e fuggono via…

Il tempo di un respiro

e dolorosi silenzi,

inutili menzogne costruite con fatica nel tempo,

affogano improvvisamente nel nulla.

Un solo istante per capire

che non riusciremo mai a dimenticarci davvero.

…continuerò dolorosamente a far finta di nulla.

 

9 pensieri su “Silenzi”

  1. che bella poesia!
    un racconto di silenzi che parlano più di lunghi discorsi.
    valido il ritmo, le pause e il verso finale, quasi una conclusione sospesa…
    bravo
    anna

  2. Questa poesia sui silenzi mi sembra un grido di disperazione… il linguaggio gestuale è quello che prevale sempre.
    maria grazia

  3. La cosa più bella è che all’interno vi è una costruzione narrativa molto bella, si scorgono le favole, i sogni di una vita. Bella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *