Un prato di malinconia

E dal dischiudersi di un fiore

ecco la prima sensazione di dolore.

Nasce una rosa addormentata,

nel letto mio deserto, abbandonata.

Dammi un frammento del tuo viso

ed io sarò contenta ed appagata,

voglio un tuo semplice sorriso

ed io sarò felice e innamorata.

Non darmi il fuoco né il tormento

Le lacrime non hanno più segreti

Non il mio nome abbandonato al vento

Grani di sale sulle deboli pareti

E dai pensieri si snoda una canzone

contro le porte socchiuse e cigolanti,

un grido soffocato di passione

una speranza di esser nuovi amanti.

Contro i pensieri lanciati su un frammento

Ogni parola si lascia accartocciare

Un alitare lieve del tuo vento

Ed eccoci di nuovo a sospirare.

Il prato intorno è tutto rifiorito

La rosa si è dipinta di passione

Il fuoco non ci brucerà l’invito

A dominar, d’amor la sensazione.

 

2 pensieri su “Un prato di malinconia”

  1. Molto sensuale.. si può quasi sentire il desiderio che nasce.. la passione che si accende. Complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *