P-Greco

Donami l’attimo

prima del sogno

lo porterò come un ciondolo

mentre l’attimo muore.

Alla fine di un numero

misurerai il mio amore.

Ferma, se puoi, l’attimo

prima del sonno

in cui nasce il risveglio

alba di un nuovo giorno.

Tra le pieghe di un segno

avrà inizio quel sogno.

 

6 pensieri su “P-Greco”

  1. Non ho capito nulla… mischi la parola sogno, segno, attimo troppe volte per me… me la spiegheresti?

  2. Effettivamente anch’io trovo che il significato sia un po’ troppo criptico…
    o no?
    (nel senso che è più lapalissiano di quanto si creda?)
    anna

  3. Uno stile personalissimo ed innovativo. Vale tutta la poesia la prima parte, splendida:

    “Donami l’attimo

    prima del sogno

    lo porterò come un ciondolo

    mentre l’attimo muore.”

    Forse c’e un po’ di confusione quando il poeta chiede di fermare l’ultimo attimo di sonno prima del risveglio e non è chiaro. Era questo che volevi dire, vero? In ogni caso la stoffa c’è, e come.

  4. Comincio ringraziandovi molto dei commenti e della lettura… li ho apprezzati… sono in debito di chiarimenti… il significato in un certo modo è anche un po’ banale… tutto parte dal pgreco… il più famoso dei numeri indefiniti… e cioè infinito, per cui è impossibile misurare questo amore… vengo ai dubbi di giuliano, no non volevo l’attimo prima del risveglio, ma quello prima del sonno… perchè nell’inizio delle cose è contenuta la fine delle stesse ed il loro svolgimento, per cui nell’inizio del sonno è contenuto il risveglio, senza l’attimo prima del sonno non ci srebbe sonno, nè risveglio, nè sogno… spero di essere stato chiaro ma non sono bravo a spiegare le mie poesie… se avete trovato altri significati teneteveli stretti, perchè una volta che una poesia viene letta diventa del lettore e smette di essere dell’autore… grazie ancora e buone feste a tutti, ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *