Le età della seduzione

“Il mio giudizio,
la cortesia naturale come una pianta di Geranio sul balcone,
curata ad Opera d’Arte
seppur in sé conti una miriade d’infiorescenze e di stagioni”

Mettere fine ai segnali e alle apparenze regolate.
Le Donne che mostrano la propria età sono inafferrabili
e generose d’ammirazione e di spirito.
Questo squilibrio è una foggia di seduzione.

Al contrario le rifatte, le pompate,
quelle che si danno totalmente alla conservazione e alle forme,
sono esaustivamente insopportabili.

L’attrattiva viene dalla sfasatura delle pieghe
dalla compiutezza dei tratti
anche quelli del viso.

La vivacità e la docilità che si ritrovano unite nella faccia
e nel sesso liscio di una bambola,
pur preservando la propria bellezza
dolcificante e armoniosa,
invitano l’uomo
all’appagamento criogenico
del proprio simulacro.

Laddove l’anagrafica offre alterate linee distintive,
di un’evoluta e recondita ritualità,
si trova sempre qualcosa d’intrigante
e sessualmente fascinoso.
L’indomito ignoto.

 

3 pensieri su “Le età della seduzione”

  1. Bellissima, non ho altre parole da dirti.
    Un abbraccio
    Alice Rainbow

  2. Molto bella questa tua poesia-riflessione.
    Sono assolutamente d’accordo con te che la naturalezza del tempo debba poter fare il suo corso.
    A noi sta il rendere questo corso più scorrevole e per le donne un leggerissimio… filo di trucco può dare una mano… all’ignoto.
    Complimenti.
    Ciao. QS-TANZ.

  3. Concordo a dir poco perfettamente! La bellezza, secondo la mia opinione, sta nella naturalezza e nella semplicità!
    Una ruga può essere vista come una cicatrice che la vita ci lascia come segno della nostra esistenza.

    Perchè non la traduci in prosa: potresti argomentarla di più, ed essere INCISIVA come in versi.

    Complimenti.

    ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *