Inverno

E’ presto,

sta piovendo piano e fitto,

sto guardando il giardino,

riparata sotto il portico,

sorseggiando il primo caffé,

so che sarà il più squisito della giornata.

E’ tutto verde,

e così rimarrà per l’inverno:

il fitto alloro, gli ulivi, i pini.

L’unica nota di colore: le pansè,

dentro le grandi ciotole.

Sembrano di velluto,

pennellate di viola, giallo, bianco, nero.

In serata, col buio, le luci colorate

di Natale, illumineranno alternandosi

in una giostra di colori, le siepi e gli alberi.

Adesso ha preso a piovere forte,

che strano…, non mette più nell’animo

la tristezza di un tempo,

sembrava quasi che mi portasse via qualcosa…,

é umido, eppure mi piace anche così,

é un forte respiro alla vita,

niente di scontato,

solo il nuovo e l’antico amalgamato,

in sintonia con la mia esistenza

che scorre veloce sul calendario.

10 pensieri su “Inverno”

  1. Certo, il tempo passa, lento o veloce a seconda dei nostri stati d’animo.
    e si porta sempre via un poco di noi, della nostra essenza.
    la spiegazione, l’accettazione e la consapevolezza ci donano il senso di ciò che ci circonda, rendendo la nostra vita bellissima. sempre.
    ciao
    anna

  2. Grazie Anna.

    Voglio fare un augurio agli Autori ed ai Lettori:

    Salvate tutto ciò che di bello c’é stato nel 2008, anche quello che appartiene al passato lontano…
    Festeggiate i primi passi del 2 0 0 9, affidategli i vostri sogni, desideri, speranze, aprite porte e cassetti, fateli respirare e … ricordatevi di preservare sempre la vostra salute.
    Il tempo non si deve fermare.

    Un abbraccio e Buon Anno.
    Sandra

  3. Grazie Sandra, per la bella poesia, per il bell’augurio del nuovo anno e per ricordarci sempre, con le tue parole, la meraviglia della vita. Buon anno anche a te, con tutto il cuore. Un abbraccio da Betta

  4. L’inverno, la pioggia, odore di caffè, di terra bagnata, di muschio, di ricorrenze più o meno sentite, i colori smussati, il lungo matello della notte, sono nel bene o nel male, metà della nostra esistenza, hanno riempito metà dei nostri occhi. Ciao, buon anno.

  5. Il nuovo e l’antico che si amalgamano per comporre un presente in sintonia col proprio stato d’animo…che bel senso di pace mi trasmette questa poesia, Sandra.
    Grazie dell’augurio, che ricambio di cuore.
    Un abbraccio
    Katia

  6. Ancora una volta è una poesia che sembra un racconto, che racconta e si lascia leggere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *