Sogno di madreperla

Distesa sul prato dei bianchi pensieri 

lascio che petali d’emozione,

sospinti dallo zefiro primaverile,

coprano la nudità del mio corpo,

che sboccia alla vita

con rinnovato candore.

Lo sguardo rivolto al cielo luminoso di maggio,

come un girasole innamorato

che offre il biondo acceso della sua corolla

all’abbraccio familiare

di un azzurro sconfinato.

Mi diverto a giocare

con i contorni mutevoli dei cirri,

morbidi batuffoli in cui un desiderio

crescente nel cuore

invita ad immaginare, timidamente,

un volto bambino.

Respiro i profumi della natura,

avvolta dall’energia creativa di un mondo

ormai lontano dal torpore invernale,

colto nel pieno vigore della sua ciclica rinascita.

La  pelle si abbandona al tango seducente 

di un sole appassionato,

che oggi mi corteggia sfiorandomi

con maggior rispetto e tenerezza.

Una farfalla si posa sul mio grembo,

indugia alcuni istanti,

delicata e misteriosa:

chiude e riapre le piccole ali viola,

poi riprende con fiducia il suo volo,

di fiore in fiore.

Sorrido all’intuizione

di una consapevolezza improvvisa:

ed è subito vita, dentro e fuori di me.

Sognata, temuta, attesa

e giunta, infine,

come carezza vellutata,

pensiero intimo da coccolare,

arcobaleno dell’anima

e mistero di donna che si svela

nel dono più grande.

 

8 pensieri su “Sogno di madreperla”

  1. Cara Katia é una poesia bellissima e non solo…, é un invito alla vita, alla sua crescita, alla speranza, all’apprezzamento di ciò che si ha sotto gli occhi sempre.
    Me ne compiaccio e ne sono felice per te.
    Buon Anno con tante cose belle e nuove.
    sandra

  2. Brava, mi è piaciuta molto.
    Ne apprezzo la positività e la descrizione d’ambiente, l’inno al nuovo e alla ripresa che è nella natura e in ogni ciclo di vita.
    Un abbraccio e buon Anno “Nuovo”.
    ciao
    anna

  3. Sono qui, in mezzo alla neve ma la tua poesia mi ha donato una fulgida immagine di primavera, una voglia di nuovi pensieri.
    Brava Katia, ho colto, spero con successo, le note di positiva voglia di rinascita che descrivi con così verace nitidezza.
    E’ uno scritto elegante ma allo stesso tempo si legge d’un fiato.
    Buon Anno.
    Ciao. QS-TANZ.

  4. Brava Katia, la tua poesia, con la sua dolcezza mi ha riempito il cuore. Buon anno. Ciao da Betta

  5. Un affresco molto delicato del desiderio di maternità che alberga in ogni donna, complimenti vivissimi 🙂

  6. Carissimi,
    innanzitutto buon anno, anche se in ritardo, spero che sia iniziato nel migliore dei modi e che continui ancora meglio, se possibile.

    Vi ringrazio per gli auguri ed i commenti. In effetti ciascuno di voi ha saputo cogliere una o più sfumature diverse, ma tutte presenti nella mia poesia, che voleva essere un’apertura positiva nei confronti della vita, un invito alla rinascita, una sorta di “primavera emotiva” e, perchè nasconderlo, anche un desiderio di dare la vita…chi lo sa, un giorno.
    Un abbraccio sincero
    Katia

  7. Cara Katia, in linea di massima non amo le posie perchè sono sempre tristi, lugubri e celebranti tragedie e dolori e morte.
    Finalmente la tua, che è davvero molto bella, è appagante e rassicurante. Io ho 64 anni, ma la vita la rinnovo ogni giorno, forse perchè per me il tempo non esiste, ma esiste solo il presente con tutte le sue sfaccetature, belle o brutte che siano.
    Mi permetti di metterla nel mio sito?
    Grazie, Adele

  8. Ciao Adele,
    ti ringrazio per le belle parole, grazie davvero. La tua filosofia di vita è il sereno punto di arrivo di un cammino di crescita, cui io stessa tendo. Ho meno della metà dei tuoi anni e so che la strada è ancora lunga, ma ci sto lavorando.
    Certo che ti permetto di inserirla nel tuo sito.
    A presto

    Katia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *