Lento violento

Lento, violento

insinuante stupendo,

freddo agghiacciante,

caldo disarmante.

Il pensiero di te mi travolge,

mi disarma, mi uccide e…

mi risorge.

Lento violento,

ricomincia

non mi dà pace,

non pensarti mi è incapace.

Violento, lento

dolce paralizzante,

ritorna è costante…

amore lento,

brivido violento.

 

14 pensieri su “Lento violento”

  1. In genere non amo la poesia ma questa mi ha colpito per ritmo e immediatezza. Brava. Lory

  2. Amore e tormento… d’altra parte se non fosse così che Amore sarebbe?
    Brava. Ciao. QS-TANZ.

  3. Ha un bel ritmo questa poesia… passione e ossessione d’amore, in una sfida senza vinti nè vincitori. Bella.
    Ciao
    Katia

  4. E’ molto bella… E’ vero concordo con il commento precedente: ha un bel ritmo.

  5. La tua poesia è molto ritmata e gioca sui contrasti e sugli opposti, però secondo me il messaggio che se ne può ricavare è ripreso dal tema catulliano della poesia “odi et amo” che come già vedi dal titolo riprende il contrasto dei sentimenti! Forse non l’avevi notato, ma la tua poesia è racchiusa interamente nell’ultima parola “excrucior” della poesia di catullo. Sarei felice di sapere che ne pensi. merci!

  6. Ciao Peppe, grazie di aver letto la mia poesia.
    Hai ragione non lo avevo notato, ho scritto questa poesia d’istinto, come tutte del resto, forse fa parte del mio modo di essere. Spesso mi rendo conto di vedere poco i colori o le sfumature, sono piu per il bianco o nero (purtroppo).

    P.S. ora che ci penso, anche i miei autori preferiti
    sono uno bianco e uno nero… Neruda e Poe.
    Grazie, Grazia.

    Approfitto di questo commento per ringraziare tutti, grazie di cuore.

  7. Chi coglie solo il bianco o il nero nelle cose, per me è una persona molto diretta e materiale, che va dritto alle cose, ma è anche una persona molto annoiata, nella vita è bello pure sognare altrimenti tutto è molto banale e senza significato. Ti è mai capitato di immaginarti le cose a modo tuo? Secondo me, ciò dà per un istante l’ebrezza del sogno e dell’evasione, e ci aiuta a vivere la vita con un tocco di spensieratezza in più. Fammi sapere che ne pensi, mi raccomando! Inoltre volevo pure chiederti se potevo farti leggere a te e agli amici del sito alcune mie poesie per vedere cosa ne pensate, perchè a me piace ascoltare gli altri. Ne sarei contento

  8. Ciao Peppe, in tutto quello che hai scritto, io mi riconosco solo nell’essere diretta, infatti vedo sempre le cose a modo mio, la noia nella mia vita non esiste. Io sogno, evado, riesco anche a vedere le sfumature, ma solo quelle vere, non amo tanto le mezze misure è vero, e per questo non mi ritengo ipocrita, ma se sbaglio anche io so chiedere scusa.
    Per quanto riguarda le tue poesie, non vedo l’ora di leggerle, così avrai un mio commento “DIRETTO”, (scherzo) ma ho visto che le iscrizioni al sito sono momentaneamente sospese, se vuoi posso lasciarti la mia e-mail, ma le leggerei solo io.
    Fammi sapere.
    Grazia

  9. Cara grazia, scusa se magari ho interpretato diversamente il tuo pensiero, o meglio, l’ho interpretato a modo mio. Anche io come te vedo LE SFUMATURE, e sinceramente riportandomi all’esempio dei colori io preferisco vedere in grigio, è molto più bello della cruda realtà, e ci si diverte di più senza fare “a bile” come si dice dalle mie parti (palermo). Anche se purtroppo nella società di oggi mi sto rendendo conto che non c’è spazio per i sognatori come me, nè come te, e secondo me questo tuo essere diretta in un certo senso, è un vantaggio in più. Se vuoi puoi darmi la tua e-mail sarò onorato di farti leggere qualche poesia e sapere che ne pensi, anche in modo diretto, non preoccuparti, anzi ti prego fin da adesso di essere sincera al 100% nel dire quello che pensi perchè solo così avrò una critica sincera. Ti ringrazio a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *