Momentanea attesa

Minuti che passano lenti

secondi interminabili

un’eternità…

 

Figure insignificanti

sfilano

avanti ai miei occhi

 

Parole…

Parole…

 

Aspetto

cerco tra la folla…

 

Ma dove sei

mio dolce amore?

 

Cerco anche uno sguardo

per acquietare

questo cuore innamorato

 

Una voce…

un sussulto…

una luce…

un abbraccio…

 

Mani che s’intrecciano

 

La fine di una

momentanea attesa.

 

4 pensieri su “Momentanea attesa”

  1. Per chi aspetta, il tempo non passa mai e il ritrovarsi è un momento di immenso piacere.
    Quello che dici è vero.
    anna

  2. Una spasmodica attesa, finita in un tenero abbraccio. Bella, nella sua semplicità.
    Brava.
    Nico.C

  3. Una processione di figure che sfilano sul palco ma tu che pensi ad altro, o vorresti cercare altrove e poi qualcosa ti riporta alla luce, a intravedere un nuovo senso, quelle stesse cose ti parlano, sei ritornata lì, ma il finale nasconde una profonda tristezza. ciao.

  4. Non a caso figure, lenti, interminabili, insignificanti sono tutti plurali e ricordano una folla, di persone, una marea di gente come se ci fossero o accorressero in tuo aiuto, (o in aiuto di questa poesia), come lo si vuol dire, ma è forse proprio questo, proprio questo il punto che ridonerà senso al tuo dolore, perché l’attenzione è tutta spostata su essi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *