Il nostro diario

Giro le pagine

mentre dentro di me

tutto si svuota

 

Le tocco

e mi bruciano le mani

frase dopo frase

foto dopo foto

 

Con la sua calligrafia

così rotonda

che mi buca gli occhi

 

Tutto è dolore

tutto è senza fine

ma non riesco a staccare lo sguardo

e così vado avanti

 

Ripercorro la storia

maledicendo quel giorno

e tutti quelli, che mai saranno

 

E penso a quello che eravamo

mentre i fogli si riempivano

di noi stessi

del nostro stare insieme

 

Arrivato in fondo

la vista è appannata

e la mente vacilla

 

Chiudo il diario

e lo ripongo

dove è sempre stato

in fondo al mio cuore

 

11 pensieri su “Il nostro diario”

  1. La prima parte mi è piaciuta molto, ha un tocco reale la prima parte, perché le pagine a un certo punto si ravvivano ed esplodono nel significato comunicato, il rosso viene calpestato e poi a poco a poco si estingue nelle restanti strofe.

  2. Eh caro Andrea, se posso…, io non riaprirei quel diario, non leggendolo sulla carta, per riassaporarlo userei la mente, ha più fantasia ed é meno severa della carta.
    Ciao.
    Sandra

  3. Caro Andrea, è bellissima questa poesia, mi ha lasciato quella malinconia dolce, che rimane dentro dopo la fine di un amore, bravo, ciao da Betta

  4. ….e là credo che debba restare, quale patrimonio di affetto e di sentimento del cammino di una vita.
    Una bella poesia che sembra chiudere sul passato, ma che testimonia un ricordo ancora vivo e ancora vero.
    Ciao
    anna

  5. Grazie Maren, Sandra, Irene e Betta per i vostri commenti.
    Un saluto
    Andrea

  6. Bella poesia, dedicata ad un grande amore.
    Capisco anche che se “maledici” quel giorno avrai i tuoi motivi.
    In ogni caso mi è piaciuta molto.
    Ciao. QS-TANZ.

  7. Dolorosamente bella… immergersi in ciò che è stato a volte è una sorta di autopunizione inevitabile, oltre che necessaria per riuscire a tornare al presente confidando in quello che sarà.
    Un sorriso
    Katia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *