La neve

E se la neve potesse cancellare tutto il male,

se affogasse i cattivi pensieri di molecole impazzite,

se fosse una coperta fresca e nuova di spiriti bollenti…

Se all’improvviso la quiete diventasse musica,

se la danza di corpi affaticati tornasse ad essere leggera,

e se le luci si trasformassero in colori…

Se il potere di un evento semplice e sincero

coccolasse il pensiero di chi è sempre tormentato,

se bastasse un fiocco bello ed elegante

a far nascere il respiro più profondo,

quello a cui talvolta non si vuole dar parola,

l’energia celeste che tutti attorno a noi sentono nel cuore.

E se i gesti cominciassero a mimare sottovoce,

se di nuovo i sorrisi non avessero rovesci,

se la meraviglia di camminare scalzi

ci accompagnasse al di fuori delle mura,

e se le lacrime di gioia cancellassero quelle di dolore.

 

4 pensieri su “La neve”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *