Prima che…

Prima che

la sera tolga

la luce a questa

gelida chiara giornata,

voglio fotografare con

gli occhi della mente,

questo momento di vita,

che ha accompagnato

con i suoi colori,

i miei pensieri,

i loro incantesimi,

e ciò che ancora possiedo.

Prima che

il cielo nei miei occhi,

diventi inchiostro

nella notte.

 

18 pensieri su “Prima che…”

  1. Sandra,
    la tua è una poesia bellissima, perchè ferma l’incanto della natura e la partecipazione di chi la sa apprezzare.
    poche parole, semplici, chiare che lasciano libera l’interpretazione di chi legge
    è questo il modo di poetare che più mi piace.
    ciao
    anna

  2. Cara Sandra, che bella la tua poesia. Ogni piccola cosa che pensiamo, che facciamo, che abbiamo, che ci fa gioire o piangere, ogni giorno, è un momento della nostra vita, unico e irripetibile, imprimerlo nella mente, perchè resti a ricordarci chi siamo, e perchè siamo vivi, è un segno di profonda sensibilità. Il fatto che tu lo scriva così, con questa semplicità, fa di te una persona speciale. Fortunate le persone che ti vivono accanto. Ti abbraccio con profonda stima. Ciao da Betta

  3. Grazie Anna del tuo apprezzamento.

    Grazie Betta della lettura, l’amicizia e la stima che contraccambio. Anch’io sono fortunata per avere intorno le persone che ho, compresi gli amici e ne sono consapevole.

    Un forte abbraccio a te e ad Anna.
    Sandra

  4. Che bella!
    Il mio album di “fotografie” cerco di ampliarlo ogni giorno.
    Certi momenti vanno custoditi gelosamente e col passare degli anni si diventa più attenti nel coglierli.
    In più, libertà al lettore nell’interpretare le “inquadrature” e collocare gli “scatti”.
    Brava.
    Ciao. QS-TANZ.

  5. Sandra… ma che bella, sembra il mio genere!… anzi mi correggo… magari potessi scrivere come te!

  6. X QS
    grazie tante per l’apprezzamento. La poesia tutta, in genere, é bella perché ognuno, se piace, la può adattare a se stesso, nel senso che, inquadrature e scatti, li veste a suo piacimento.
    Un saluto.
    Sandra

    A Lucia, a Michele8, un grazie di cuore per la lettura e per i commenti di apprezzamento.
    Un abbraccio.
    Sandra

  7. Grazie Francesco.
    La fugacità del tempo va saputa fermare, per quegli attimi irripetibili che si vive in sintonia con ciò che ci circonda e non ci appartiene.
    Un saluto.
    sandra

  8. Sandra sei davvero bravissima. Dovrei trarne spunto e farne tesoro di queste tue semplici e incantevoli parole. Io mi sto lasciando sfuggire troppo tempo… sono ammalato di passato, non riesco a parlare al futuro e mi godo poco e male il presente…

  9. E dopo aver fatografato con gli occhi della mente quel momento di vita, con l’arrivo del buio negli occhi, sarà la mente ad inviare ai suoi occhi le immagini racchiuse nell’io.
    Profonda, piacevole, come sempre.

  10. x Merendero

    Giuseppeantonio, siamo tutti “ammalati” di passato, perché “quell’abito” antico, ha per ognuno un sapore troppo caro, ma il presente é la vita e il futuro ce lo dobbiamo inventare…;
    tu sei un uomo di fantasia, metti le ali e vola, in cielo c’é molto traffico…
    Grazie.
    sandra

  11. Ritagliarsi un momento per sè e fermarsi a “fotografare” la bellezza e la semplicità di un momento, che sia uno stato d’animo o la natura che ci circonda…troppo spesso la vita ci scorre accanto e non la facciamo davvero “nostra”, lasciando che scivoli via senza catturarne l’essenza più profonda.
    Brava, come sempre, cara Sandra.
    Katia

  12. X KATIA

    Non lasciar scivolare via l’essenza della vita, condanna ogni distrazione a ciò, fosse pure il pianto per qualcuno che non merita, scruta la bellezza del giorno e ci troverai disegni non fatti per la solitudine.
    Grazie.
    sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *