Sintonia

T’abbraccio a carni nude,

come ad obbedire gravità.

Stringiamo forte, si.

Gli occhi collassano,

emergono sensi.

Il sangue confluisce

al centro di noi ed è incredibile

l’ondulazione dei corpi,

come steli al vento,

come fremito in volo;

come rondine a rondine.

Il respiro è sospeso in altra stanza e

ci accompagna di gioia e di luce.

Quanto ti amo!

Amo questa danza, questo rito sciamanico

che comanda tutti i nostri istinti.

Ora siamo vita, ora siamo noi…

 

6 pensieri su “Sintonia”

  1. Spiego quest’espressione “come rondine a rondine”: le rondini si rincorrono e si corteggiano e a volte la femmina cambia rapidamente traiettoria, io le guardo sempre. Il maschio innamorato non dà tempo di pensare di aver fallito traiettoria. Il loro volo è sempre pressocché sincrono pur variando traiettoria, altitudine e latitudine, è l’amore che li guida.

  2. L’ho letta più volte… è bellissima questa poesia! Forza e delicatezza sembrano sciogliersi l’una nell’altra. Descrivi alla perfezione la potenza dell’amore. Bravissimo.
    Irene

  3. Mi ha colpito molto il fatto delle rondini! Senza parole, bellissima! Complimenti sinceri.

  4. Grazie Irene, un abbraccio Sal… Grazie Giuseppantonio e complimenti per il coraggio…

  5. Sei un grande,
    perchè riesci in poche, sincere e possenti frasi a trasmettere al lettore la passione che sgorga non soltanto nell’atto d’amore, ma anche nel vagare della mente al pensiero di certi momenti indimenticabili.
    L’amore e la passione sono danza costante e simbiosi ritmica ….. come per le rondini.
    Ciò che Tu esprimi …. io sento davvero e totalmente per la mia donna!
    Grazie.

  6. Ciao Roberto che dirti grazie per il grande, ci dispiace per gli altri che non sanno o che non ricordano più… un abbraccio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *