L’incanto che mi manca

Vorrei parlarti

come avrei fatto qualche anno fa,

con tanta eccitazione

che le parole

faticavano a comporsi.

 

Vorrei guardarti

come ti guardavo allora

sempre sorridente

nell’interminabile attesa

d’incontrare i tuoi occhi.

 

Vorrei sognarti

come ti immaginavo un tempo

quel tempo che è passato così in fretta

ed ora che ricordo

sei l’incanto che mi manca.

 

Vorrei soltanto amarti,

davvero lo vorrei

perché mi fai sognare

momenti di dolcezza

parlandomi di te.

 

5 pensieri su “L’incanto che mi manca”

  1. Il rammarico di non riuscire ad amare come si vorrebbe, che solo una persona delicata e sensibile può avere. Complimenti, per la poesia e per la splendida persona che sei. Ciao da Betta

  2. Che bella, QS-TANZ! Una lirica passionale e nostalgica che si muove sul filo di un desiderio che insegue i pensieri più segreti. Desideri e speranze che tornano intensi e carichi di magia, in cerca di quell’incanto che, a distanza di anni, ha ancora il sapore del sogno mai sopito.
    Intensa, vera, emozionante.
    Katia

  3. Un inno a ciò che era e che perdura nella vita; al sentimento, all’amore, all’immaginazione e alla speranza che si trasforma nella realtà, ma ci accompagna e fa parte di noi, del nostro modo di essere e di sentire per sempre.
    Ciao
    anna

  4. E’ una lirica bellissima, piena di sentimento… mi ha lasciato senza parole… non riesco a dire altro!
    Grazie per le emozioni che non smetti mai di regalarci.
    rosatea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *