Silenzio

Guarda

la maschera,

vuoti gli occhi,

persa

in un mondo di abissi

privi di uomini.

 

Nessuna parola,

nessuno stridore

muove

l’aria

ferma

di palpiti e di significati.

 

Tace

il silenzio,

camera

spoglia

di affetti, di amori, di tutto.

 

Meglio la vita.

 

9 pensieri su “Silenzio”

  1. Una bella poesia contro ogni passività. Un incontro alla vita, dove anche il silenzio fa rumore, parla e conosce.
    Sì, la vita, questa altalena continua, questa strada più o meno lunga, fatta di salite, di ciottoli, di asfalto, e di cadute libere.
    Ogni possibile contrarietà, é sostanza, é ricerca di amore, di terra e di aria. Tutto meglio della passività della maschera.
    Questo ho percepito.
    Un abbraccio a cinque stelle.
    Sandra

  2. Ciao Anna è molto bella questa poesia, come del resto sono sempre le tue poesie.
    5 stelle.

  3. Ciao Anna,
    anche da questa poesia fai capire quanto ami stare assieme alle persone anche se non credo che il silenzio ti spaventi. Un poeta ha bisogno di tanto silenzio ma che non sia “vuoto”.
    Un’ultima osservazione; nelle tue ultime poesie compresa questa ricorre spesso la figura della maschera… o mi sbaglio?
    A volte il silenzio è un ottimo compagno nonchè ottimo ispiratore… non è poi così difficile “riempire” il suo vuoto.
    Complimenti
    Raf

  4. Ah scusa dimenticavo,
    ho notato che hai deciso di scrivere il “voto” (le stelle) io ci tenevo a dirti che naturalmente non sono io il tuo tanto amato ammiratore-monostella e che non valuto i testi. Niente stelle a nessuno. Io leggo i testi se mi piacciono particolarmente oppure ho voglia di dire qualcosa li commento altrimenti “sorvolo”. Non guardo nemmeno i voti ricevuti. Do più importanza a coloro che con stima si congratulano o semplicemente dicono la loro. Ti consiglierei di fare lo stesso e di lasciar perdere chi ha voglia di “giocare” o nascondersi. Non fare il suo gioco!
    E’ solo un consiglio che una persona che ti stima per quello che scrivi e per quello che sei (che comunque traspare) voleva darti.
    Un voto in meno non cambierebbe l’idea che comunque in questo sito “abbiamo” (mi permetto) di te.
    Raf

  5. Bellissima poesia, mi è piaciuta veramente tanto, cinque stelle anche per me, anche se mi sembrano un pò poche. Brava, come sempre. Ciao da Betta

  6. Vi ringrazio sempre per la lettura e l’attenzione e la generosità di giudizio.

    Per Raf, in particolare:
    Ho sempre vissuto in mezzo agli altri e continuo a farlo, ma in modo discreto.
    Mi sembra in effetti di non poter fare a meno della relazione con gli altri, ma non riesco a sopportare l’intrusione altrui, perchè penso che anche nella folla ci debba essere spazio per l’individuo, la sua personalità e il suo sentire.
    Ciò premesso, mi rendo conto di poter apparire “diversa” in un mondo che confonde molti comportamenti e che non sa rispettare l’altro.
    Circa l’idea di “maschera” ti confermo in questo periodo il mio interesse per la cosa, collaboro con la mia scrittura ad un progetto e mi piacerebbe che anche un editore vi fosse interessato…
    Circa le stelle, ho ben compreso che ci sono amici e persone oneste che dicono ciò che pensano spassionatamente e le rispetto per questo, ma ammetto che mi infastidisce la “persecuzione” anonima che da un po’ di tempo mi segue su tutto ciò che scrivo, e per di più a ritroso, fin dai primi scritti pubblicati.
    Io non salto da un sito all’altro per pubblicare, tutti i miei scritti sono qui, su questo sito.
    Leggo tutto e tutti.
    Perchè non dirmi, senza prendermi a male parole (è capitato), cosa si pensa?
    E’ chiaro che fa parte del gioco, ma che si sappia che io non gioco con gli altri.
    Non l’ho mai fatto professionalmente, perchè dovrei farlo per un ambito che fa parte del mio piacere personale come la lettura e la scrittura?
    Ecco perchè scrivo, se voto, come ho votato, perchè nessuno pensi di me una cosa diversa da quello che sono.
    Tu sei molto giovane, io sono piuttosto anziana.
    C’è un momento in cui, se vuoi chiamala resa dei conti, non si riesce più a sopportare la mediocrità.
    La si subisce, se è inevitabile, ma non la si tollera.
    …e non ho mai dubitato di te…!

    Grazie e scusatemi dello sfogo.
    Ciao a tutti
    anna

  7. Brava Anna,
    hai scritto una poesia che è un inno alla vita.
    Infatti pur comparendo solo nel finale la parola vita affiora continuamente come assoluto contrario positivo della poesia.
    Mi è piaciuta molto.
    Ciao . QS-TANZ.

  8. E’ vero, QS-Tanz, io credo nella vita e, passata per gorghi impetuosi, ne apprezzo il valore e non ne dimentico mai la bellezza.
    Un abbraccio
    a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *