15 febbraio

Hai qualcosa da dirmi tesoro?

Sì, ma avevo paura della gente,

mi dicesti…

 

Ma venisti da me lo stesso,

sola,

come un’agnellina

ferita da sé,

umile,

con tante lacrime raccolte nel tempo,

da versare nelle mani mie.

Non ti uscivano le parole amore mio,

ma lacrime,

limpide come perle.

C’era il sole

e scintillavano.

Rimbalzavano sui tuoi capelli neri

tanto erano grandi.

I tuoi occhi come diamanti neri

mi chiedevano di non chiedere

su quella ferita che ancora ti sanguinava.

Lì io

m’innamorai di te,

su quella panchina,

che una mano sporca ha sradicato.

Lì, il mio cuore è cambiato

e non sarà mai più lo stesso

(mai più).

Lì, io divenni tuo.

Per sempre.

 

Si vede che ho pianto? Mi chiedesti.

Tranquilla, sembra solo un raffreddore…

(amore mio).

 

9 pensieri su “15 febbraio”

  1. Bella, dolorosa, languida. Meriterebbe un finale da favola.
    Cinquestelle e un sorriso.
    sandra

  2. Caro Omar,
    mi permetto due tipi di considerazioni.

    1) “Lì, io divenni tuo. / Per sempre.”
    Trovo questi due versi di una sintesi e incisività bellissime.
    E’ il pensiero del poeta/amante che ferma nel tempo il momento dell’inizio della storia, quello in cui l’avventura comincia e lo strazio prende il via.
    Il sentimento si fa persona e mette le sue radici nel cuore dell’uomo che ama e crede / sa di non avere possibilità alcuna.
    Da qui tutto il resto, l’amore, la delusione, l’appartenenza e la certezza di non possedere nulla, se non l’dea dell’amore che in alcuni momenti è conforto, in altri amarezza profonda.

    2) Dal punto di vista formale, nel mio modesto modo di vedere, avrei evitato le parentesi, facendo precedere nel primo caso il punto fermo e nel secondo le avrei semplicemente evitate.
    Al 4.o verso toglierei “lo stesso”, meglio “ugualmente”, ma poco poetico; pertanto andrei a capo e basta.

    Scusami per la mia pignoleria.
    Ho apprezzato il modo e la “serenità” con cui riesci a sublimare il rammarico.
    anna

    5 stelle

  3. …e poichè gli anziani, talvolta, dimenticano, mi sono accorta di non aver lodato quell’appellativo iniziale, un vocativo, grammaticalmente,
    “tesoro”, che in tempi di diminutivi sciocchi dà il senso del sentimento, come di un tesoro da custodire gelosamente nell’anima, come un bene prezioso ed incommensurabile.
    A me piace la ricerca e lo studio del particolare, per questo mi colpisce ciò che scrivi.

    a.

  4. E’ una poesia molto bella e ho amato molto quelle due parentesi che alla fine incorniciano due parole: amore mio… dicono tutto, dicono tanto di un amore tra parentesi, chiuso nel cuore ma forte e dolcissimo…
    Grazie per le emozioni che mi hai regalato!
    rosatea.

  5. Notevole, notevole sul serio!
    Bella e veramente ricca di sentimento.
    Condivido il commento che tu hai lasciato in merito ad una poesia di Paola dove hai detto : “devo farmene una ragione”.
    Penso che quella sia la “strada giusta” soprattutto in presenza di un matrimonio.
    Bravo. Ciao. QS-TANZ.

  6. Caro Omar,
    oggi quando ho letto questa poesia, mi sono commossa, ho ancora il magone nel cuore dove urlano tutte le ingiustizie del mondo, io ti dico una cosa, nulla è impossibile e se credi in quell’amore dovresti provare perchè vedere un sogno cadere senza nemmeno provarci a relizzarlo è una cosa davvero straziante per te che la vivi e per noi che anche se non ti conosciamo percepiamo il tuo dolore, sappi che qualsiasi cosa tu decida ci sarà sempre una persona che soffrirà,
    noi stiamo qui a fare il tifo per te affinchè l’amore trionfi sempre. In questa poesia mi sono un pò rivista anche io pensavo di aver trovato l’amore con la a maiuscola ma lui ha pensato bene di lasciarmi. E’ per questo che mi sento partecipe della tua storia e spero che possa essere a lieto fine e che veramente tu possa realizzare tutti i tuo sogni,
    NULLA è IMPOSSIBILE SE LO SI VUOLE ARDENTEMENTE!
    Grazie per l’emozione che mi hai dato, grazie per aver condiviso con noi la tua storia e di avermi arricchito con le tue poesie meravigliose,
    spero che anche attraverso il computer ti possa arrivare il mio affetto e la mia stima,
    CORAGGIO!!!
    CHIARAGUID

  7. Più la leggo e più mi piace!!! E’ una poesia incredibile!
    Bravo, bravo veramente!
    rosatea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *