Profumo di sogno

Il profumo del tiglio

amalgamato alla vicina magnolia

e quello del bianco gelsomino

che si arrampica lungo il muro,

 

mi stordiscono

 

e come per incanto

mi addormento,

baciata da un sole

leggero e impertinente

che riesce ugualmente

tra i rami a filtrare.

 

Sogno…,

 

mi sento addosso

questi profumi,

che amo,

e mi portano lontano.

 

Lo schiaffo improvviso

del vento fresco di questa estate

ancora giovane,

mi sveglia,

mentre l’acqua copiosa

dal cielo,

bagna i miei vestiti leggeri.

 

Anche il tempo,

ha i suoi sbalzi

d’umore…

 

10 pensieri su “Profumo di sogno”

  1. Variazioni climatiche, cambi d’umore e situazioni diverse che oscillano tra sogno e realtà.
    Tutto ciò nello spazio di un attimo, di un pisolino leggero che apre le porte su un mondo diverso e possibile solo in un sogno, appunto.
    …E la natura guarda e partecipa, a modo suo, allo stato d’animo del poeta…
    Brava, è sempre un piacere leggerti.
    Ciao
    anna

  2. Un nuovo quadro sulla natura, bello, sognante e sopratutto di una spontaneità disarmante.
    Un breve tuffo nel mondo dei sogni ed un risveglio improvviso dovuto ai capricci dell’estate.
    Brava come ogni volta.
    Ciao. QS-TANZ.

  3. Complimenti Sandra! Come sempre ci hai regalato una bellissima poesia.
    Per me è sempre un piacere leggerti; un abbraccio e 5 stelle Lucia

  4. X Anna, QS, Lucia:

    Grazie tante per la lettura e i bellissimi commenti; grazie QS, la spontaneità disarmante in una donna in autunno non é poca roba, ma soprattutto grazie per quell’affetto che sento e che spero di continuare a meritare.
    Un abbraccio a tutti.
    Sandra

  5. Bellissima poesia.
    Coglie l’essenza di attimi mai uguali a se stessi, inafferrabili se non quando si è sospesi nella fantastica, magica bolla dei sogni.

  6. Ciao Sandra, che bella poesia, lo sai che l’ho letta a mia nonna, lei ha una malattia, ha detto “Che magnifica poesia”.
    Mi raccomando continua a scrivere.
    W Sandra…

  7. Tocca il cuore nel più profondo, come il gelo dell’inverno trapassa il cuore degli avari signori. Scusate per la mia scrittura ma ho solo 12 anni…

  8. X sconosciuta

    Grazie, giovanissima e “sconosciuta” amica. E’ un onore ed un piacere per me, avere una lettrice così giovane.
    Un saluto.
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *