L’Epilogo

Niente di ciò che provo rimane permanente.

Non preparo mai in anticipo il brogliaccio di una Storia.

 

La Passione non smette mai di cambiare;

riempie di annotazioni i margini delle bozze

e quando questi scompaginano,

aggiungo al vissuto la conclusione finale.

 

Ma quest’ultima volta

desidero cambiare l’epilogo.

 

Perché la vivo da cronista,

consapevole di cosa significhi

davvero

appartenere a quel passo di pagina

fuggevole

che mi è concesso.

Un pensiero su “L’Epilogo”

  1. Mi piace l’ultima strofa che dà significato a tutta la Storia: la consapevolezza di esserne protagonista e la timida speranza nel lieto fine suggeriscono allo scrittore-poeta parole delicate, appena sussurrate, quasi che un maggiore ardimento possa sollevare l’ultimo velo che cela il mistero della sua stessa fragilità.
    Una lirica molto bella.
    Ciao
    anna

    5 s.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *