Pennellata d’estate

Sabbia finissima bianca,

il mare limpido e calmo,

come un gran letto dove riposarsi

lasciando altrove tutti i grigi pensieri.

Io, resto rapita da un dolce canto

di un gabbiano che in volo s’innalza,

mentre bianche vele si spiegano,

allontanandosi lungo l’immenso orizzonte.

Tanti corpi sulla spiaggia sdraiati,

si lascian bruciare dal sole

e tutti i bambini, invece,

si divertono nel costruir

grandi castelli di sabbia.

Io, sono qui seduta,

che scruto tutto in silenzio,

tenendo fra le mani una penna

e cerco di trasformare il tutto,

in versi per una nuova poesia.

Troppo poco è durato,

questo dolce canto del mare,

questa pennellata d’estate,

che fra poco sarà un dolce ricordo,

da accarezzar nei lunghi giorni di inverni,

fra nuvole nere e le pioggie.

 

9 pensieri su “Pennellata d’estate”

  1. Una pennellata estiva e un pensiero all’autunno in arrivo.
    Esiste la penna e colori per fermare le nostre sensazioni per poi riassaporarle.
    Poesia delicata e piacevole. Un abbbraccio e cinque stelle.
    sandra

  2. Bellissimi quei ricordi da accarezzare….
    Ciò significa aver osservato, ammirato, apprezzato e rinchiuso nel proprio cuore la sensazione magnifica di sentirsi al centro di un momento unico.
    La poesia, infatti, ci accompagna come una musica quando diamo la stura ai ricordi.
    Un abbraccio

    5 s.

  3. Eh si! E’ proprio sublime il contatto con la natura specialmente per chi vive in città. Ciao

  4. Per Sandra ed Anna

    grazie per l’affetto che mi dimostrate sempre.

    Per Rubino
    Un grazie anche a te per esserti fermato sulla mia poesia.
    Ah, grazie anche a te angela.
    Un abbraccione a tutti.

  5. Ciao Lucia, la tua poesia è bella e delicata, con una punta di malinconia, che rimane sempre, quando l’estate se ne va. Brava, ciao da Betta

  6. Un grazie anche a te Qs per esserti fermato sulla mia poesia.
    Un saluto ed un sorriso.

  7. Ciao Betta, sono contenta che ti sia piaciuta la mia poesia.
    Grazie per l’affetto che mi dimostri sempre, un abbraccio Lucia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *