Ad un amore

Ti ho amato tanto

adesso ti odio tanto.

Ti avevo donato il mio cuore

ti avevo donato me stessa

e tu cosa hai fatto?

Mi hai calpestato,

come la terra sulla quale cammini

non curandoti del fatto

che io soffrivo.

Soffrivo per te.

Non mi pento di questo amore

perchè, io almeno un sentimento

l’ho provato.

Un sentimento puro, onesto, sincero.

Cresci, diventa uomo ed impara

ad amare;

soprattutto te stesso

ed imparerai così

ad amare anche gli altri.

6 pensieri su “Ad un amore”

  1. Nella vita s’impara ad amare e… ad odiare. Ma col tempo ci si rende conto che in realtà odio non é…, é solo un rimpianto amaro per ciò che avrebbe potuto essere e non é stato.
    Un saluto e 5st.
    Sandra

  2. Quanta rabbia, quanto dolore leggo nei tuoi versi, la fine di un amore ci lascia sempre tanta amarezza, ma l’importante è non avere rimpianti, avere la certezza di aver amato fino in fondo, e a quanto leggo tu questa certezza ce l’hai, brava, una poesia che mi è piaciuta molto. Ciao da Betta

  3. Non vedo nessuna melodia in questa poesia. Mi riferisco alle parole e frasi che hai utilizzato per esprimere il tuo dolore. E’ come se stessi leggendo un fatto di cronaca su un quotidiano. Hai descritto solo la notizia non curandoti dell’aspetto poetico e sentimentale. La poesia è sentimento.

  4. Cara Angela, ognuno di noi esprime i propri sentimenti come li sente. Si dice che il mondo è bello perchè è vario. Grazie del tuo pensiero.

  5. Avrei potuto scriverla io….
    impressionante come persone che neanche si conoscono possano provare le stesse emozioni, le stesse sofferenze e farsi le stesse domande…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *