Rinuncia d’Amore

Con la certezza di aver mancato

appuntamenti importanti

mi adatto a sopportare

il mio cuore bugiardo.

 

E nulla significa che dentro di lui

ti porterò per sempre,

nulla.

Perché nulla posso fare.

 

Così patisco serenamente,

ma l’averti delusa

mi scaraventa

nel limbo di un tormento senza tempo.

 

Mi spaventa scegliere

tra i rimorsi o i rimpianti

e non vedere più

quei lidi

in cui solo tu

mi avresti portato.

 

Spero che il tempo mi aiuti

ad amarti oltre i ricordi,

perché non passa istante

in cui le tue carezze ed i tuoi baci

mi parlano di te.

 

Ed in quel parco incantato

in cui mi hai baciato

l’ultima volta,

tornerò ad aspettarti,

ma sarai un fantasma

anche per i miei occhi,

perché non ho voluto amarti

per paura di soffrire…

8 pensieri su “Rinuncia d’Amore”

  1. E’ molto bella, ma nutro forti dubbi sul tuo cuore “bugiardo”.
    Il tuo parlar d’amore é addirittura di un altro secolo.
    Ciao e 5s.
    sandra

  2. Capita di trovarsi nel punto giusto, ma nel momento sbagliato.
    L’amore va e viene, lascia segni nel cuore e dà momenti di appagamento e di frustrazione.
    5 stelle per questo pensiero triste e per questa rinuncia senza speranza descritte con malinconica rassegnazione.
    Ciao
    anna

  3. Questa poesia è bellissima, quante emozioni ci sono, si possono sentire tutte, rimpianto, nostalgia, tristezza, e tanto, tanto amore. Bravissimo. Ciao da Betta

  4. Emozioni che parlano… così, definirei i tuoi scritti… delicati… sottili… mai deludenti… quasi un rifugio per chi scrive… una consolazione per chi legge! COMPLIMENTI! 🙂

  5. Grazie a Sandra, Anna e Betta per aver percepito il significato intrinseco della poesia.
    Grazie ad Artemise per il suo commento veramente lusinghiero e… poetico.
    Ciao ed a presto. QS-TANZ.

  6. Quanta struggente nostalgia… e ancora serena paura di averti perso per sempre… un cuore rotto da mille punture di rimorsi e rimpianti… niente è mai come si crede… anche vivere un solo istante d’amore vero…

  7. I due versi finali racchiudono tutta la dolorosa bellezza di questa poesia, che mi porta a chiedermi: si può davvero patire serenamente come affermi, caro QS-TANZ? Mi arriva molto vera e sofferta, hai fatto centro, un’altra volta. Bravo.
    Un sorriso
    Katia

  8. Quelle che hai scritto sono parole senza tempo… Solo chi nella sua vita ha conosciuto il significato di Amore e provato cosa voglia dire rinunciare ad esso, per paura di soffrire, o portare sofferenza ad altri, le può comprendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *