Echoes on the horizon

Ascolta, li vedi?

Vedi…

siamo stati tutto questo tempo qui

non li abbiamo visti…

guarda…

osservali mentre arrivano

come sfumano l’aria

come segnano la curva del mondo

che separa l’infinito da noi…

 

Ora vorrei una sigaretta

un whiskey ed un tuo bacio

perchè non sono più sicuro

di nulla

di cosa sono, cosa ho,

di quello che dico…

ci vogliono le tue mani adesso

perchè di fronte a questo

non ero preparato…

 

ascolta, ascolta…

gli echi, all’orizzonte…

3 pensieri su “Echoes on the horizon”

  1. Una finestra aperta sul mondo e un’altra aperta dentro di sé.
    Mi piace questo confronto tra l’io ed il tutto, perchè esistiamo solo se correlati ad altro.
    Mi piace anche come la poesia è resa, scritta con pause che sottolineano lo smarrimento, l’attesa e la confusione.
    5 stelle
    Ciao
    anna

  2. Molto bella, sospesa in un insieme di sensazioni miste fra il piacere, lo smarrimento e la piacevolezza di una vicinanza importante.
    5st. Ciao.
    sandra

  3. “Ora vorrei una sigaretta

    un whiskey ed un tuo bacio

    perchè non sono più sicuro

    di nulla

    di cosa sono, cosa ho,

    di quello che dico…

    ci vogliono le tue mani adesso

    perchè di fronte a questo

    non ero preparato…”

    La mia parte romantica fa le fusa.
    Un uomo che cerca conforto e sostegno in un bacio e in un tocco della mano… ho decisamente gli occhi a cuoricino.

    5 stelline

    Tilly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *