Vorrei

Vorrei portarti con me sulla bici,

con la lieve pioggia,

andare veloci tra le auto.

Sbucciarti la frutta, lavarti la schiena,

prepararti il caffè dopo aver fatto l’amore.

Vorrei portarti nelle mie dimensioni per sempre,

accarezzare insieme l’acqua come elemento divino,

cogliere il sole contemporaneamente.

Vorrei amarti totalmente senza il timore di sbagliare sempre,

con umiltà per cogliere il tuo nettare più dolce,

ogni momento che ti perdi.

Vorrei starti vicino e adorarti,

baciarti le tempia da sopra i capelli, davanti a tutti,

davanti a me stesso ma… già lo faccio.

Allora vorrei rubarti dalle tue abitudini,

dalle tradizioni, dai paralleli geografici.

Poterti dire ora, essendo di noi completamente,

oltre queste fronde di bosco, oltre le montagne;

riconosciamoci ti prego

per come esattamente abbiamo pensato di essere.

(a Maria Furriols i Anfruns)

16 pensieri su “Vorrei”

  1. “…Vorrei amarti totalmente senza il timore di sbagliare sempre…”
    é davvero toccante. Solo chi ama sente quella paura.
    Bravo!
    5 stelline e un bacio.
    Tilly

  2. Ciao Laerte,
    mi ha colpito molto il pensiero finale della poesia: “riconosciamoci per come esattamente abbiamo pensato di essere”… una richiesta che nasconde la volontà di ristabilire un contatto più profondo con la donna amata/idealizzata o un desiderio di andare oltre gli ostacoli e i limiti della realtà presente, per incontrarsi idealmente in quel terreno comune rappresentato dal mondo-pensiero? O magari (come mi dirai) nessuna delle due ipotesi?
    Grazie sin da ora per la risposta.
    Katia

    p.s. Di norma penso che le poesie non vadano spiegate, ma semplicemente vissute, lasciando spazio alla libera interpretazione di ognuno, ma la curiosità mi è sorta spontanea, spero non me ne vorrai.

  3. Ciao Katia, mi fa molto piacere che mi chiedi e ti dico che l’ultima frase riguarda proprio l’esatta interpretazione da te data: “un desiderio di andare oltre gli ostacoli e i limiti della realtà presente, per incontrarsi idealmente in quel terreno comune rappresentato dal mondo-pensiero”, aggiungo lo scoprire che il nostro amato/a è esattamente come sempre abbiamo sognato fosse il vero Amore e che ora, finalmente, intravediamo barlumi di realtà. KissSal…

  4. Complimenti! E’ davvero stupenda…
    Anche a me piace la frase che ha sottolineato Tilly.
    Mi piace anche quando dici “Allora vorrei rubarti dalle tue abitudini, dalle tradizioni, dai paralleli geografici”. Sono belle le sensazioni che regala…
    Ciao

  5. Grazie ligeja, essere apprezzato da chi scrive è una bella soddisfazione, saluti…

  6. Pur avendo solo 12 anni, questa poesia mi ha scaldato il cuore, mi ha aperto un po’ più di amore da donare. Grazie è bellissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *