La fretta del tempo

Il tempo scorre veloce. Troppo. E’ vero, esiste il futuro, ma anche quello in breve diventa passato.

Un modo per fermarlo senza farsi male forse esiste; molti come me ci provano con la penna, qualcuno usa il pennello, altri lo fanno con la fotografia, c’é chi compone musica e canzoni.

Può essere un modo forse bizzarro, per tenere a galla e non solo con il ricordo, momenti importanti, felici, e perché no, anche tristi e drammatici della vita. A volte c’é la necessità persino di sentire male…

Quando sono vissuti in maniera intensa e si osa fermarli non solo con la memoria, che ahimé, nostro malgrado, tracolla pure lei col tempo, é piacevole riviverli nel presente; é la mia arma bianca al servizio delle mie passioni, dei miei spaccati di vita riportati sul palcoscenico della mente al presente, e non importa se dopo vengo abbracciata da un’ondata di malinconia faticosa a mandare via; amo tutto ciò che é intenso e vero, anche le ferite. Cavalco il tempo con il mio bagaglio di madre, moglie, figlia, donna, cercando ogni tanto di fermarmi, per stare un attimo in più su ciò che é già successo, possibilmente senza farmi male per continuare fino alla chiusura della mia esistenza.

Di recente sono stata ad una festa per un anniversario di sessant’anni di matrimonio (nozze di diamante), organizzata da una mia storica amica per i suoi genitori. Ambedue sono stati fortunati, ed anche il tempo é stato generoso con loro e ne sono consapevoli. Dalla loro unica figlia sono nati tre nipoti ed hanno avuto anche la gioia di conoscere e vezzeggiare quattro pro-nipoti. Lungo percorso in cui non sono mancati disagi, difficoltà, ambizioni, tenacia e voglia di stare insieme.

Hanno informato la platea dicendo:

-“Ci siamo comprati un paio di scarpe nuove per continuare il viaggio ancora insieme a tutti Voi”-

Anche questa bellissima serata é stata immortalata dalla fotografia e da una lettera scritta dalla figlia per loro. Credo che questo sia il massimo.

2 pensieri su “La fretta del tempo”

  1. Cara Greta,
    per me se é arrivato, in quello stesso momento fa già parte del passato….
    Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *