Respirami

Affondano nel mio lago

i gemiti del vento,

roseo fondale in cui si placa

l’ira impetuosa della tempesta

e indugia

la carezza sensuale

della più mite delle brezze.

 

Il soffio purpureo del tramonto

saluta l’arrivo di Venere

e increspa i fiori di loto,

candida veste della mia superficie.

Si tinge d’impossibile desiderio

lo sguardo obliquo del sole

che spia la nudità delle prime ombre.

 

Miagola la luna

sorniona,

graffiando i miei pensieri.

8 pensieri su “Respirami”

  1. Qualcosa é cambiato nel cielo di piombo. Quando la luna miagola un cuore si é aperto.
    Molto bella, cara Katia, molto soft, dolce come sei tu.
    5s.
    sandra

  2. Bello questo sentirsi parte della natura e protagonista del suo progetto mentre su tutto splende il sorriso della luna, nonostante tutto.
    Un abbraccio, carissima.
    ciao
    anna

    5 s.

  3. E’ molto bello questo viaggio che hai fatto all’interno di te stessa.
    Ho particolarmente apprezzato “Il soffio purpureo del tramonto” tanto che quasi ho sentito il vento delle sere d’estate sfiorarmi il viso.
    Brava Katia, non smetti mai di catturare la mia attenzione con queste tue perle poetiche.
    Un caro saluto e 5 stelle.
    Ciao. QS-TANZ.

  4. Molto delicata
    sei stata bravissima a dire e non dire.
    5 stelline davvero meritate.
    Tilly

  5. Quello che penso è che la prima parte della poesia mi sembra più ‘sforzata’ e controllata, pur se fatta di belle parole; mentre la fine, l’ultimo capoverso, mi sembra più libero, più tua, certo certe ispirazioni non si possono comandare, però credo che tu debba coltivare di più, sviluppare di più la seconda.

  6. L’unica risposta che posso dare, oltre al voto a 5 stelle è questa:

    Scivolo come vento
    increspando la tua pelle,
    sparpaglio le tue foglie
    come tempesta passionale.

    Dipingo d’arancio il mio sguardo
    perdendomi nei tuoi tramonti…

    David

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *