L’opera più amata

Questa notte ho fatto un sogno strano; ho sognato che parlavo con Dio.
Una domanda gli ho voluto fare, ero curiosa e volevo sapere.
Timidamente a Dio ho chiesto:
“Padre nella tua creazione, dimmi ti prego, tra tutte le opere meravigliose quale è quella da te più amata, quale ti ha dato più soddisfazione?”
Lui mi ha guardato attentamente, poi ha sorriso ed ha risposto così: “Tutte le mie opere che ho creato ed all’uomo poi ho donato, come ben sai, lui non le cura più, anzi ne fa uno scempio!
Ma ce n’è una, la più cara al mio cuore, la sola che l’uomo ama sin dai tempi dei tempi e sempre sarà così poiché…
sin dal momento della sua nascita ad ogni uomo ho impresso nella mente una parola, la prima che balbettando lui pronuncerà, una parola che non fa distinzioni di razze e colori una parola che non ha confini, in qualunque parte del mondo l’uomo nascerà pur se pronunciata in differenti lingue tutti gli uomini accomuna, poiché racchiude… la Vita, la Creazione, l’Amore!
Nel percorso della vita miriadi sono le volte che l’uomo la dirà, nella gioia, nel dolore, in qualunque luogo è una parola che segue il percorso della vita. Questa parola amata, meravigliosa da tutti pronunciata, è la parola… Mamma!
Questa è l’opera che mi ha dato più soddisfazione poiché, quando una mamma per sempre si addormenterà pur se il tempo passerà, un pensiero e un sospiro nostalgico per lei, al mio cielo sempre salirà”.

5 pensieri su “L’opera più amata”

  1. Non può essere che così. La parola mamma è la prima ad essere pronunciata dal bimbo e l’ultima che qualsiasi uomo dice quando spicca l’ultimo volo.
    5st.
    Ciao.
    sandra

  2. Questa è una cosa che gettata nel sistema di internet sicuramente darà tante risposte alle persone che si affacciano su questo mondo perverso lasciando una tenerezza anche nei cuori dei disgraziati. Complimenti è bellissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *