Haiti, un angolo di mondo

In quell’angolo di mondo,

dove già il niente era tutto,

son bastati pochi istanti

per far svanire anche quello.

La natura si è scatenata,

tirando fuori tutta la rabbia

e la povertà che già lì regnava,

ci ha messo la sua mano.

 

In quell’angolo di mondo,

anche il cielo sta piangendo,

per tutti gli innocenti,

che la vita han perduto.

 

In quell’angolo di mondo,

quanto tempo dovrà passare,

prima che il sole torni a splendere,

prima che i bambini tornino a sognare.

 

In quell’angolo di mondo,

i giorni son neri come le notti,

chi sa quanti giorni passeranno,

prima che uno spiraglio di luce

lentamente nascerà,

da quelle macerie che han distrutto tutte le speranze,

rubando ogni sorriso

e quel po’ di serenità.

7 pensieri su “Haiti, un angolo di mondo”

  1. Forse troppo tempo ancora ci vorrà, cara Lucia, per tornare a sorridere e per la serenità.
    La natura, quando si scatena, non sta a guardare geograficamente, si scatena e basta.
    Purtroppo ne fanno le spese tanti innocenti e guarda caso, sempre la povera gente.
    Ma l’essere umano resiste, è la sua forza, e la solidarietà si sente ancora di più in questi momenti drammatici.
    Unico neo: il tempo. L’essere umano che ne è al di fuori, dimentica in fretta, purtroppo.
    Grazie carissima per aver dato un contributo con la penna.
    5st.
    Sandra

  2. Grazie Sandra per esserci sempre.
    Alle tue 5 stelle, ricambio con un abbraccio.

  3. Versi delicati per parlare di una tragedia.
    E’ spontaneo pensare che non ci sia limite al peggio, ma la forza dell’uomo sta nella solidarietà, nella ripresa, nel coraggio.
    Questo certamente ha spinto il tuo animo gentile alla scrittura e questo comunichi con la tua abituale discrezione e forza d’animo.
    Brava
    5 stelle
    anna

  4. Grazie anche a te Anna, per le belle parole e per l’affetto che mi dimostri sempre.
    Un abbraccio.

  5. Ciao folletto,
    grazie per esserti fermato a leggere la mia poesia.
    Hai detto che anche tu hai scritto qualcosa su Haiti, sarà un piacere leggerlo.
    Un grazie anche a te Angela, scusandomi del ritardo.
    Un saluto Lucia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *