Accetta

Domanda,
anima tormentata.
Chiedi pure
fatti infilzare
uno, dieci, ottanta coltelli.
Il cuore è morbido,
accogliente.

Mescola le lacrime
al sudore.
Sfoga la rabbia,
corri, e mentre corri odia.
Urla, nessuno ti sente.
Fatti male per colpire un muro.
Incolpati di tutto.

Poi cerca la calma,
apprezza il profumo.
L’eucalipto,
unica stilla di estate
così coraggiosa da venirti a trovare.
Senti!
Ascolta!

La tua voce,
sì è la tua!
“Accetta!”
Le lacrime si mescolano
nel vento freddo.
La foglia cade.
Odore di terra bagnata.

Come un vuoto
da non rendere
da conservare.
Ricordo attivo
di un passato perduto.
Un giorno sentirò
la tua voce ancora.

Mi dirà che non era facile,
mi chiederà scusa,
anche se ho dimenticato.
Starà con me,
con me che ho accettato,
che mi sono ascoltata.

7 pensieri su “Accetta”

  1. Non amo particolarmente le poesie, forse perché non le capisco quasi mai o perché tendo a leggerci le mie ferite, ma questa mi è piaciuta molto. Ciao.
    5st.

  2. Dopo la rabbia, il pianto, il voler farsi male per sentire “male” ancora di più, c’é l’accettazione dello stato di cose, il prendere atto, poi col tempo, si costruisce una pace interna, un misto tra serenità e un’ottica diversa, quasi una permessività su tutto ciò che é accaduto, ed é lì che la conoscenza col proprio Io é più profonda, generosa e custode di speranza.
    Molto bella, ciao e 5st.
    Sandra

  3. Claudia, carissima,
    mi piace questa tua poesia, carica di tensione e di forza, di struggimento e di rinascita.
    La disperazione iniziale si risolve nell’accettazione finale e il ricordo diventa il compendio di un sentimento importante ed essenziale che ha attraversato la vita di chi lo ha vissuto.
    Brava.
    Ciao.
    anna

    5 st

  4. Piangere, sentire dentro tanta rabbia, addossarsi la colpa di tutto e poi, capire solo all’ultimo quando arriva la calma che non è così e accettare la vita con i suoi dolori e con le sue gioie.
    Complimenti Claudia e 5 stelle.

  5. Grazie di aver… fatto uscire dall’anima queste parole, le ho subito fatte mie. Ciao un sorriso come stilla di primavera.

  6. Grazie di cuore per questi bellissimi commenti. Sono contenta che la mia poesia sia stata capita e anche apprezzata da dei bravi scrittori come voi!
    A rileggersi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *