Pre-mavera

Linfa nuova risale dalla terra

Dalle piante dei miei piedi

Su attraverso la spina dorsale…

Mi sento come un ramo di mandorlo

sul punto di sbocciare

Un bocciolo tremulo

nel residuo freddo invernale

Che non attende altro che il bacio

Del primo raggio primaverile…

3 pensieri su “Pre-mavera”

  1. Una poesia molto delicata, denota una sensibilitĂ  e una dolcezza piuttosto rara in un -maschio-.
    Io definisco quel “mandorlo” una perla rara, e chiederei al primo raggio primaverile di averne molta cura, potrebbe essere una situazione irripetibile.
    Bravo, 5 st. e un abbraccio.
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *