L’Inverno e la sua valigia

L’Inverno sta preparando

la sua valigia.

Se ne va.

Spero che non abbia vuoti

di memoria

e metta tutta la sua

roba in quella valigia:

le giornate corte di luce,

i nostri corpi serrati nei pastrani,

la pioggia fredda,

il gelo e le brinate,

il vento dal forte soffio,

la neve, sì anche

la soffice e magica neve.

Ha il suo fascino d’accordo,

chiuso in quel suo elegante silenzio,

ma è troppo lento e  lungo,

per questo

lo lasciamo andar via

senza nostalgia.

Attendiamo tutti Lei,

la Primavera.

Colori pastello,

risveglio della Natura,

sole tiepido e sornione,

pioggia dispettosa,

che appena arriva,

già promette di

andar via.

Sul ramo più alto della

betulla, il solito merlo

fa l’altalena,

altri a giro s’infilano

fra gli ulivi,

ma io già,

immagino

l’arrivo delle rondini,

e il dolce suono

di campanellini

tipico della cinciallegra.

Primavera, sei desiderata,

per una corsa sfrenata

incontro a nuova vita.

10 pensieri su “L’Inverno e la sua valigia”

  1. Sandra,
    hai ragione e, come ci diciamo sempre, non ne possiamo proprio più di questo freddissimo e lungo inverno!
    Un modo gentile, il tuo, per esprimere questa noia e tutta l’attesa per la primavera che si fa aspettare.
    5 stelle per quei campanellini che definirei scaramantici.
    Ciao
    anna.

  2. Sandra, hai colto in pieno il sentimento che l’arrivo della primavera mi da: voglia di scrollarmi di dosso la neve che se pur bella e soffice mi blocca e voglia di ritrovare nuova energia per andare in giardino a raccogliere i nuovi fiori.
    5 stelle
    saluti Luxia

  3. Un bel ritratto della primavera che tutti aspettiamo ed un saluto all’inverno, quest’anno particolarmente freddo.
    Complimenti e naturalmente 5 stelle.

  4. X Anna, Luxia e Lucia:

    Penso di aver interpretato il pensiero di molti terrestri. Abbiamo bisogno, sia fisicamente che spiritualmente, di tutte e quattro le stagioni, ma nessuno vuole l’Inverno dentro di sè troppo a lungo.
    Grazie tante e un abbraccio forte.
    Sandra

  5. Benedetta primavera, quanto si sta facendo aspettare quest’anno, tu me ne hai fatto sentire una ventata con i tuoi versi, e ti ringrazio, come sempre riesci a far “vedere” le tue poesie, sei bravissima. Un bacio da Betta

  6. Per betta

    I prati sono pieni di margherite e di “occhi della Madonna”, piccoli fiorellini azzurri, gli alberi, alcuni sono in fiore, non può tardare….
    Grazie cara Betta, tu vai dritta al cuore.
    Un caro saluto.
    Sandra

  7. Molto bella Sandra! Sarò forse controcorrente, ma credo che anche l’inverno abbia il suo fascino! Un saluto e 5 stelle.

  8. X Angela

    Anch’io penso che l’Inverno ha il suo fascino, silenzioso, a volte tenebroso, il suo braccio è ovattato e pieno di mistero, tuttavia…, è molto lungo e così prende la voglia di altri frutti e colori.
    Un bacio e tante grazie.
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *