Notturno n. 2

Il cielo troppo scuro

Di una notte illune

Si perde dentro il mare

Senza orizzonti a separare…

Le stelle paiono così vicine

Che se alzo un dito le posso toccare…

Mi perdo

Chè mi sembra di volare

Sospeso dentro l’universo senza fine…

Non cerco risposte in questa notte…

Non cerco risposte dietro quelle stelle…

Non cerco risposte che nessuno e niente mi potrà dare

Ma almeno mi sforzo di pormi domande intelligenti…

8 pensieri su “Notturno n. 2”

  1. Le stelle sanno solo ascoltare…, risposte non ne danno, fanno compagnia e illuminano i sogni e le speranze.
    5st in compagnia di un abbraccio.
    Sandra

  2. “Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai,
    silenziosa luna?”

    Bellissimi versi per una bellissima riflessione.
    Sai quante volte, per quante notti ho guardato in cielo, ho posto domade e atteso risposte?
    Sai quante volte ho sperato che qualcuno spiccando il volo da una di quelle stelle alla deriva mi venisse a salvare dall’infelicità del momento che stavo vivendo?
    Persa in quella contemplazione, però, ho sempre ritrovato pace, perché anche le mie domande erano intelligenti e solo la mia intelligenza poteva trovare la soluzione.
    Un abbraccio e infiniti auguri affinchè l’anno nuovo ti porti ciò che desideri.
    anna

    5 st.

  3. Caro merendero, è una poesia molto bella.
    Con quegli accenni in rima, non sempre ricorrenti, hai creato una piacevole sensazione nella lettura, quasi un lasciarsi trascinare dolcemente.
    Fai bene a non cercare risposte: a volte è tempo perso.
    Forse a volte è meglio… sognare.
    Bravo e 5 stelle. QS-TANZ.

  4. @ HelloKitty, grazie mille
    @ Sandra: a volte abbiamo bisogno solo che qualcuno ci ascolti e le stelle sono perfette per questo, silenziose ed attente ché la gente ha sempre poco tempo e sempre troppi problemi suoi per accollarsi quelli degli altri… 🙂 Le stelle non risponderanno ma tanto le risposte stanno dentro di noi… Un abbraccio e ti rinnovo gli auguri per un anno sereno! Grazie
    @ Anna: questa poesia è nata in mezzo al mare… le navi su cui navigo io sono oscurate e il cielo è una cupola che, quando il mare è calmo e non c’è la luna, si confonde con esso e più che navigare sembra di stare su una astronave nell’universo… è la cosa più bella del mio lavoro e una della poche direi. Tantissimi auguri per un sereno 2011! Per ora per me in questi 4 primi giorni è riuscito a darmi soltanto un paio di amarezze e una partenza improvvisa tra 2 gg… andrà meglio sicuramente! Incrociamo le dita 🙂

  5. Buona partenza e buona navigazione.
    Noi possiamo solo immaginare il tuo impegno e per questo restiamo in attesa del tuo ritorno che attendiamo con fiducia.
    A presto.
    anna

    p.s. : 4 giorni sono pochi per preoccuparsi. Ce ne sono altri 361 che si aprono davanti a te pieni di novità!

  6. Beato te che ti poni domande intelligenti sotto le stelle.
    Io riesco a sentirmi molto stupida guardando cielo e stelle.
    Ma una stupidità consolatoria…
    Bella la tua poesia
    5 di stelle… anche queste non le puoi toccare, ma sono sincere
    baci
    Tilly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *