Verrò solo quando in realtà non mi vorrai

Verrò solo quando in realtà non mi vorrai,

Aveva detto andandosene;

Finse d’avermi lasciato un briciolo d’amore,

E così ruppe l’incantesimo.

Perdetti la mia ombra, ed assisa

Tra vendette e ricordi difficili ad inghiottire

L’ho ritrovata, pensierosa ed arresa;

Pregai di non delirar di nuovo.

È tornata in punta di piedi

A bussar alla porta del pazzo.

Aprimi il cuore, disse,

Perché ora sto tornando da te.

La mia oscurità vuol ancora abbeverarsi

Dalla sorgente della tua luce:

Ingrata fui il giorno che fuggii.

Non ho più orecchie per udire, risposi,

Son passate le stagioni d’oro

E con esse l’anima mia,

Or  son desioso di riposo,

Mi muore in petto l’amore.

Ho smarrito sì la via,

Ma d’esser solo non son stanco.

Non la solitudine,

E’ ora mia condanna la moltitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *