Quando ti ho chiesto…

(A mio papà)

 

Quando ti ho chiesto il cielo

non lo volevo davvero

ma lo desideravo per noi,

lo speravo con forza.

 

Quando ti ho chiesto il mare

era per capire quanto

tanto affetto avrei potuto dare

imparando da te.

 

Quando ti ho chiesto pace

era per poterla dividere,

farne infiniti frammenti

e assaggiarla insieme ogni giorno.

 

Quando ti ho chiesto amore

era perché ne ero privo

e solo il tuo volevo

e solo il tuo bastava.

 

Quando ho chiesto di te

era perché nel buio ti cercavo

e trovavo solo una voce

e toccavo solo un vetro.

 

Quando ti ho chiesto il cielo

non lo volevo davvero

ma lo desideravo per noi

perché fosse la nostra casa.

7 pensieri su “Quando ti ho chiesto…”

  1. Caro Raf,
    me l’ero persa.
    E’ una poesia bellissima, ricca di pathos, di riferimenti a valori, aspirazioni, desideri autentici.
    Bravissimo
    5 st.
    zietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *