Lo so che ci sei…

Lo so che ci sei…

Sotto questo cielo di Maggio,

di notte poco stellato,

piagnone fin dal primo mattino.

E’ così che siamo scivolati

dal lungo Inverno

alla bagnata Primavera,

in un lento, veloce e silenzioso

passaggio delle stagioni,

eppur a me piace anche così:

quando tutto è fradicio,

con l’erba che sprigiona

odore di muschio,

di sogno, di vita,

e il merlo bagnato

trova rifugio tra i rami

verdi dell’ulivo

e appena il sole

fa capolino

ecco che,

il becco arancio

picchietta l’albero.

Lo so che ci sei,

per questo …

chiedo alla penna,

di raccontare la vita.

6 pensieri su “Lo so che ci sei…”

  1. Cara Sandra,
    mi sa che ci siamo tutti, ognuno col suo fardello.
    Qualcuno ne parla, qualcun altro no.
    Ma a tutti piace leggere da quel libro che è la vita.
    Versi semplici, ricchi di comprensione e di disponibilità all’ascolto e alla trasposizione, perchè, in fondo, a saper ben vedere, tutto può diventare poesia.
    A presto.
    a

  2. La vita è il vero libro che ci insegna molte cose.
    Complimenti Sandra e naturalmente non possono mancare le mie 5 stelle.

  3. La vita è bella, e spesso la si apprezza di più proprio quando noi riusciamo ad apprezzare anche le piccole cose che spesso non consideriamo… Complimenti!

  4. X Anna, Lucia, Jenni

    ….sì, la vita è un libro aperto, speriamo che ci siano ancora tante pagine da vivere, nel frattempo godiamoci questo Maggio bagnato e comunque sia questa Estate, l’importante è: buona vita a tutti.
    Grazie dell’apprezzamento e un bacio.
    Sandra

  5. La vita da raccontare può anche essere solo l’attimo in cui si nota l’arancio del becco del merlo e il fermare quell’istante è già poesia.
    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *