Cos’è la Poesia?

Salve a tutti! Si apre ufficialmente oggi, 20 Agosto 2007, il nostro e il Vostro “Caffè Letterario”, nell’intento sempre di dar spazio alle vostre opinioni, per confrontarsi su determinati argomenti che saranno man mano presentati. Siete invitati quindi a scrivere i vostri Commenti…

In questa occasione, parliamo di Poesia.
E chiediamoci: Cos’è la Poesia, per noi, oggi?

Cosa rappresenta la Poesia nella società odierna, dominata dalla tecnologia?
È un’arte riservata solo a pochi illuminati? Oppure tutti oggi, possono scrivere versi, rime, pensieri?

La Poesia è l’arte di esprimere e rappresentare fatti, immagini, sentimenti, con parole, poste in un certo ordine, secondo una certa logica, oppure totalmente libere, senza alcuna logica che le possa intrappolare in uno schema predefinito.

La Poesia è come la musica, deve avere una sua logica, deve essere interpretabile, deve stimolare sensazioni, emozioni, ricordi, attraverso le parole.

La Poesia è libera, esprime il nostro pensiero, non ha confini delimitabili.

La Poesia è nell’aria, la Poesia è dentro di noi, la Poesia è intorno a noi.

Cos’è per voi la Poesia?

76 pensieri su “Cos’è la Poesia?”

  1. È difficile dire cosa sia Poesia oggi, e cosa non lo sia. Credo si possa paragonare alla questione di cosa è l’Arte e cosa non lo è. Dipende sicuramente dal contesto, forse da chi la giudica, da chi legge un testo.
    Secondo me, si può distinguere anche tra poesie scritte per comunicare un certo messaggio, e tra poesie più intime, scritte più per se stessi, come un riflettere nero su bianco. E al di là di tutto, per me è Poesia un testo che riesca a comunicarmi qualcosa, un sentimento appunto, un’emozione.

  2. A mio parere, é uno sfogo, la voglia e il coraggio di esternare ciò che agita il tuo cuore e offusca la tua mente, con l’auspicio di essere compresa da qualcuno che sa raccogliere perché sa ascoltare o perché ha vissuto esperienze simili; ad altri la riflessione….
    sandra

  3. La poesia dev’essere libera di seguire il nostro pensiero, dev’essere spontanea e non eccessivamente “costruita”.
    Io personalmente non amo la cosiddetta poesia fatta di paroloni difficili, e mai usati nella lingua corrente, sembrano testi scelti man mano con il dizionario dei sinonimi per dare un’impressione di chissà cosa… quando, due semplici parole possono aprire un mondo intero… il talento di un poeta sta proprio li.

  4. Cos’è la poesia? Per come la vedo io è un modo di “sentire” la realtà che ci circonda, un modo di viverla e di esprimerla.
    E’ la capacità di cogliere il meraviglioso delle cose semplici.
    E’ creatività, libera espressione svincolata da ideologie e modelli che ci vengono imposti.
    E’ possibilità.
    E’ il sollievo di una società troppo cinica.
    Ananiel

  5. La poesia, a mio giudizio, si riconduce a una scepsi.
    L’istinto che si perde nella notte dei tempi, per alienarsi e ricomporsi in frammentarie bramosie liriche.
    Ricostituendo quindi uno stato enigmatico doppio condotto dal sentimento che diffonde interrogazioni ad ogni verso, il plausibile contiguo fittizio, il desiderio equiparato alla ragione.
    Dualità pregnante.
    Un’anima come vergine d’esca, che prestandole adito in “scomposte acque” occulte, descrive alla fine discinti misteri umani orecchianti, retinici e consci.
    Le poesie sono schizzi immensi, per i quali non servono autorevoli e ragionevoli garanzie estetiche.
    Già di prima lettura, la loro potenzialità inespressa, è da amare coi sensi , da accarezzare con occhi e dita genuflesse affinché ci parlino.
    E il silenzio dura poco.
    La pagina è sempre generosa e selvaggia percorrendo tutte le vene visibili del foglio.
    Il verso si adagia piano e ricopre di un fitto strato di tinte forti e suggestive.
    Una convulsa fascia sonora intessuta in un filo di perle che di lemmi e di cuore prendono forma.
    La poesia è l’esito cicatriziale di un ideogramma d’emozione, nell’appuntamento Principe con il Grande Sentimento.
    Greta

  6. La poesia è l’arte che libera l’animo ma che riesce a catturarlo in poche parole!

  7. La poesia nasce dal ventre, è ispirazione, non sempre ci si può accingere alla scrittura.
    La poesia è arte, è sensibilità, è introspezione,non tutti siamo poeti.
    La poesia è malattia e terapia, ossessione e sfogo, è libertà, non serve seguire teoremi e procedure.

  8. La poesia per me è ricerca di condivisione, è darsi agli altri per esprimere la propria gioia o il proprio dolore.
    E’ saper utilizzare una forma così artefatta e complicata come il linguaggio per riempirlo della naturalezza dei sentimenti.
    Non sempre si può scrivere, ma ogni parola scelta con cura è un traguardo che amplifica la nostra limitata persona.
    Con essa possiamo appagare il nostro bisogno di sentirci sensati e utili quando si riesce a suscitare emozioni in chi legge.

  9. La poesia è il modo più elegante che riusciamo a trovare, tra tutti quelli di cui siamo dotati, per esprimere le nostre delusioni quotidiane. Questo pensiero lo dedico a tutti voi sperando, un giorno, di essere tutti noi.

  10. Poesia?
    Solo quello che riuscendo a cogliere, riuscirai a trasmettere.
    Solo l’anima che metti nelle cose,
    Tutto quello che riesci a dare,
    ma soprattutto, quello che senti, se senti…

  11. Poesia.
    Vivo le mie poesie come l’espressione di quello che realmente sento, emozioni, sensazioni, stati d’animo, tutto quello che nella realtà non riesco ad esprimere perchè certa di non essere compresa, non perchè sottovaluti l’interlocutore, ma perchè la poesia che mi porto dentro, è quanto di più prezioso e personale possa avere, e difficilmente esprimibile e decifrabile in un discorso. La poesia per essere capita va letta e riletta solo allora sei in grado di trasmettere ciò che realmente hai dentro.
    Hola…

  12. Per me, scrivere poesie significa gridare senza alzare la voce. Tutti possono scrivere poesie, ma ci vuole coraggio, qualcuno potrebbe capire davvero quello che vuoi dire, quello che c´é dietro: dolore, tristezza, amarezza, gioia, amore …..é come farsi vedere nudi, bisogna essere pronti a mostrare i difetti, le debolezze, le passioni…. perché se menti, non hai scritto una poesia.

  13. La poesia è l’espressione dell’Animo che può essere un Animo nobile, o ferito, o violato, o arricchito, o denigrato o deprivato… La poesia è anche un rifugio ove la persona trova dialogo con se stessa ed ecco come le emozioni prendono corpo nelle parole poetiche. La poesia aiuta a ricucire Animi strappati, solitamente dal Dolore e li riconcilia con se stessi…
    La poesia non va soltanto scritta, ma anche recitata perchè il tono della voce restituisce il senso del tempo in cui una determinata poesia è stata scritta, quindi partorita.

  14. Io penso che la poesia sia l’arte delle parole… l’espressione del sentimento…

  15. Per me la poesia è un tonfo nel cuore… può rinfrescare, deliziare l’animo…
    La poesia è come una donna che danza…
    è come ricomporre la propria esistenza.

  16. La poesia è la bellezza, il sentimento, visti da adulti con occhi di bambini…

  17. La poesia è un dizionario per le parole piu complicate che il cuore non riesce ad esprimere.

  18. Solo attraverso la scrittura si riesce ad evadere da un mondo che non sempre riflette ciò di cui si ha bisogno. Una dlle forme più alte di scrittura è certamente la poesia: diletto degli animi più deboli, rifugio delle menti più folli, fragile scoglio, fresca rugiada. Punti, virgole, parole, sussurri e poi anche lacrime e sorrisi… perchè questo è l’uomo. L’uomo è poesia. Parole e spazi… assonanze ed anafore… tutto…

    Fede °_°

  19. Scrive Montale: “Per mio conto non saprei definire quest’araba fenice, questo mostro, quest’oggetto determinatissimo, concreto, eppure impalpabile perché fatto di parole, questa strana convivenza della musica e della metafisica, del ragionamento e dello sragionamento, del sogno e della veglia”.

  20. Per me la poesia è un’ispirazione che richiede il cuore… i ricordi prendono il soppravvento lasciandoci trasportare dal dolce suono che i versi e le strofe suscitano… 🙂 ciao!

  21. La poesia per me è una cosa bellissima che serve a trasferire tutte le emozioni che possiede una persona attraverso una penna su un foglio di carta. Leggendo si può capire quello che si vuole esprimere.

  22. Non so ma per me la poesia è l’interpretazione dei nostri sentimenti ed è più bella, se chi a scriverla è innamorato/a (quindi prova veramente determinati sentimenti).

  23. Ed è più bella se chi la ascolta ha già provato i sentimenti che descrive il poeta.

  24. La poesia è un’arte, vero; di esprimere pensieri, mi ha colpito molto il messaggio di Umberto che dice: è dentro di noi e vive con noi, c’è chi ha capito, infatti essa fa parte di noi.

  25. Scrivere una poesia per me è come dare al corpo delle sensazioni mai provate.
    Il poeta mette su carta le propie emozioni e molte passioni, per poi trasferirle al lettore, al quale si rispecchia in momenti vissuti della propia vita.
    Detto questo, la poesia, secondo me è l’espressione di generosità del Poesta nei confronti chi chi legge.
    Infatti, il lettore non fa altro che impossessarsene e farne nutrimento per la propia mente e la propia anima…

  26. La poesia non è da tutti, la poesia è un dono che ha lo scrittore per saper esternare le proprie emozioni, delusioni, ecc… su un foglio di carta. Non è da tutti perché il poeta con le sue poesie riesce a prendere l’attenzione del lettore… la poesia è tutto e niente… è una cosa inspiegabile… perché la poesia per ognuno di noi ha un significato diverso…

  27. Ciò che è poesia è bellezza, ciò che è poesia è arte, un’arte che, come per chi sa dipingere, creare sculture, suonare, esprime sentimenti.
    La poesia si aggrappa a concetti interni, del nostro io, che solo noi possiamo comprendere, mentre chi legge una delle nostre poesie può solo intravedere la nostra calligrafia, niente di più.
    La poesia è libertà, ci libera da ciò che ci opprime e resta chiuso, tra la prima e l’ultima lettera, tra il primo e l’ultimo punto.
    La poesia è nostra e solo noi possiamo prendercene cura, per me la poesia è tutto. Per me la poesia è la persona che mi sta al cuore, il mio amico che piange o ride, mia madre, mio padre, i miei nonni, i miei animali, la natura è poesia.
    Questa è poesia.

  28. La poesia è: vivere, cantare, giudicare, vedere, giocare, lavorare, pregare, dormire, e chi più ne ha di aggettivi belli e non si faccia avanti e non abbia timore di aggiungere a questo Mio commento qualsiasi altro aggettivo, ma deve terere presente che c’è anche l’aggettivo della Morte, che è un Dono della Vita.

  29. Cercavo risposte nel mondo e ho sofferto, maledetto, ingiuriato. Cos’è la poesia? Parole che splendono di solitudine in un verso a me sconosciuto.

  30. La poesia per me esprime sentimenti e idee. La poesia deve avere la sua logica.

  31. La poesia è sentirsi a proprio agio in un mondo tutto personale… la poesia è un modo per manifestare i propri sentimenti, le proprie emozioni… è un modo per far capire alla gente il proprio punto di vista su qualunque cosa… la poesia è senza limiti ed ognuno è libero di scrivere qualunque cosa…

  32. Per me la poesia è tutto quello che abbiamo intorno a noi, è una parola rimata o non rimata.
    E’ una foglia, un ramo o un fiore, la poesia è un canto nato dal pensiero di una persona.
    Beh devo dire che la poesia è tutto per me.

    Ecco cos’è la poesia!

  33. La poesia è quando il mondo ti dipinge tu devi solo restare fermo e imprimere dentro di te quello che l’esterno ti offre. Filtrerai il tutto e riproporrai il concentrato sotto forma di versi, colori, accenti, ecc…

  34. Dice Borges: La vita è fatta di poesia. La poesia non è un’estranea; la poesia è sempre in agguato dietro l’angolo. Ci può balzare addosso in ogni momento…

  35. La poesia sono gli stessi oggetti che noi percepiamo ma ‘rivisti’ attraverso l’anima, è come riformularli per conto nostro perché ne abbiamo avuto una legittima corrispondenza, tutto è legato nel nostro mondo, tutto si ricrea sotto il nostro occhio.

  36. E’ l’arte di tradurre in suoni e parole la dimensione spirituale di ogni cosa, in modo da affascinare se stessi e i propri ascoltatori. In questo modo anche l’orrore può essere “edificante” per l’anima. Ecco, la poesia edifica la persona interiore, in qualche modo…

    La poesia nasce in un cuore in fermento.
    Da subito è solo un afflato,
    che poi sale caldo su per la gola,
    condensandosi un po’.
    Finché alla fine,
    prima di uscire formata,
    entra in parole
    nascoste tra i denti,
    e poi,
    in chi la legge
    o l’ascolta,
    fa il percorso inverso.

  37. Penso alla poesia come una piccola fiammella, una favilla, che volteggiando entra impertinente nell’animo, proprio nel punto pensato da chi l’ha scritta, e lo incendia. Quello che si accende è, in realtà, il bagaglio emotivo di chi la legge, il quale percepirà a modo suo, il calore scaturito dai suoi sentimenti, divenendo partecipe del messaggio che è stato lanciato. Per questo non dovrebbe essere essa stessa un fuoco d’artificio o una vampata, che renderebbe il lettore semplice spettatore passivo dell’ardore altrui. La poesia non dovrebbe celebrare se stessa. L’eleganza è data dalla semplicità. Semplicità che non va confusa con la banalità, ma che scaturisce dalla sintesi. Penso ad una similitudine con la scultura, si effettua togliendo il superfluo. Penso ai bravi disegnatori, con pochi segni rappresentano ciò che vogliono. Penso alle melodie, più sono semplici e più arrivano nel profondo.

  38. Per me la poesia è la fantasia di ogni uomo che può scrivere, imparare e recitare esprimendo diversi sentimenti: di amore, di pace, di tristezza, di speranza, di dolore…
    Comunque la poesia rimarrà per sempre nei nostri ricordi.
    🙂 ciao…

  39. Tutte queste risposte vanno benissimo anche a descrivere la prosa. Ma, una delle definizioni, piuttosto enigmatica e poco chiara del termine poesia è che essa si oppone alla prosa. E allora? Cos’è la poesia?

  40. Mi si perdoni il paragone intimo..

    Un bel libro è come un essere umano.
    La prosa che lo compone è la sua storia, con i suoi momenti belli e altri dolorosi, ma che alla fine vengono razionalizzati e fissati nella sintassi.
    Il concepimento di questo essere umano è più vicino al momento poetico, lì dove vengono poste le fondamenta di colui che sarà, le fondamenta psichiche e fisiche, e lì la sintassi è come in versi, di cui ognuno è generatore di mille libri. Forse la poesia è addirittura l’attimo prima del concepimento stesso: l’orgasmo stesso, che non ha nessuna sintassi. E’ da lì che viene fuori un dio.

  41. La poesia è qualcosa di speciale che vive dentro di noi… E’ la capacità di esprimere i nostri sentimenti, delusioni, idee ecc.. 🙂

  42. Dobbiamo immaginare la poesia come un angelo che ci viene a salvare da un mondo brutto e cinico e noi dobbiamo saper individuarlo durante il nostro vivere!

  43. La poesia è fatta di parole usate tutti i giorni che messe assieme abilmente si trasformano in emozioni oltrepassando le orecchie, la ragione fino a trasformarsi in sentimenti dell’anima.

  44. Per me la POESIA è un mezzo di comunicazione!! Essa riesce a far comprendere l’emozione di chi la sta scrivendo!! In poche parole la poesia mette in comunicazione l’autore ed il lettore!!! E’ un qualcosa che viene da dentro!!

  45. Io sono d’accordo con kiko!
    La poesia è un qualcosa che ci fa comunicare con le nostre sensazioni, ci fa comprendere ciò che proviamo in quel piccolo istante in cui scriviamo!
    E’ come se ci avvolgesse in quella profondità che tocca il nostro cuore… come l’amore, la solitudine, il sentire sensazioni meravigliose per qualcuno!! E’ tutto ciò lo portiamo ad esprimere in poche righe…

  46. Secondo me la poesia non è altro che la possibilità di ognuno di noi di esprimere emozioni, sensazioni e sentimenti che in quel preciso momento non sappiamo spiegare e cerchiamo di comunicarlo attraverso le parole. Il poeta cerca di far capire al lettore cosa lui gli sta comunicando e lo fa con parole che comunemente possono avere un significato preciso, invece per lui possono significarne un altro. Per il lettore a volte è difficile capire cosa il lettore gli sta comunicando, infatti per saperlo con più certezza bisogna conoscere la sua biografia, perchè a volte cerca di esprimere ciò che lui ha provato in un momento preciso della sua vita.

  47. La poesia è sublimazione di sentimenti, emozioni… Il poeta è persona molto sensibile che amplifica tutte le proprie sensazioni spesso all’esasperazione ed è così che nasce la poesia. Egli “filtra” la realtà, il sogno e la fantasia attraverso il suo modo di vedere e “sentire” le cose, dandone, più o meno consapevolmente, una sua personale interpretazione..

  48. Cos’è la poesia… se non una carezza con un petalo di rosa per le persone, le cose e i luoghi amati, e questo petalo di rosa non sia rappresentativo delle emozioni che esprime il tuo io più profondo.

  49. E’ forse un modo per fermare nel tempo qualcosa che all’anima, sta un pò stretto,
    e allora bisogna esprimerlo o forse donarlo ad altri, affinchè possano conoscere i nostri pensieri, e questo ci fa sentire vivi e parte del mondo in cui viviamo!

  50. La poesia è lo specchio della nostra anima, la poesia è un insieme di parole che ci danno il coraggio di esprimerci, di sfogarci e, semplicemente, di parlare… non c’è una definizione tecnica nel concetto tecnico di poesia, perchè è una cosa personale, che ci viene dal profondo dell’anima, e che quindi è diversa da tutti e da tutto!!

  51. *Un racconto con pochissime parole…

    le parole tecniche infreddoliscono la poesia, quelle banali la rendono inutile,
    quelle semplici, nude, calde, la rendono unica.*

    Vivian Bell

    (poetessa, scrittrice, giornalista, opinionista)

  52. La poesia è l’espressione sublime del senso della vita, in una personale fusione di stupore infantile e di saggezza senile.
    Rosangela

  53. La poesia per me è ciò che senti dentro… quando pensi, vedi o ascolti qualcosa che ti fa tremare dall’emozione… sono mille emozioni che si scontrano… penso che solo chi è profondo nell’animo riesca a percepire la poesia nella vita… stare ore affacciati alla finestra è poesia per me… guardare la luna ed emozionarsi è poesia… ascoltare il silenzio è poesia…
    Percepire poesia nel mondo d’oggi è stupendo.

  54. Poesia come chiave… chiave che permette di riscoprire noi stessi attraverso l’immensità di parole vive ed emozionanti riflesse sullo specchio della nostra anima………
    Scusate, io faccio solo la terza media non ho un linguaggio molto approfondito…. comunque spero che non ridiate quando leggerete la mia riflessione…. ciaoooo

  55. Secondo me la poesia è qualcosa che non si può immaginare se non la si sperimenta. Io sono una ragazza di 13 anni e penso che sia una forma di espressione molto significativa ed espressiva perchè se non ci si sa esprimere oralmente questo è un buon modo di comunicare.

  56. Per me la poesia è una sensazione di liberazione che provo dopo aver scritto dei versi inerenti ad un episodio accadutomi e molto sentito nell’anima… Sia che la scrivi o la leggi, la poesia ti lascia dentro una sensazione di un concreto rilassamento benefico e ti fa scoprire sentimenti assopiti dalla vita quotidiana…

  57. La poesia è il canto e musica della Vita, che talvolta si manifesta nello strumento Uomo.

  58. Secodo me la poesia è qualcosa di bello che quando la leggi ti vengono molte emozioni ed è fatta con tutto il cuore… se leggiamo una poesia, si sente dentro.
    E` una cosa unica, la poesia è una cosa bella, non si piu spiegare ciò che è una poesia, per me è una cosa sentimentale.
    🙂

  59. La Poesia è come il vento, quando tocca lascia volare libero con la fantasia

  60. Scrissi che la poesia è libertà, slegata da stereotipi e pregiudizi. Credo che sia per i poeti un tentativo di evadere, un tentativo per far risuonare le proprie idee. Sapete cosa mi dissero? Che esiste la metrica.
    D’accordo, la metrica è il modo in cui si decide di presentare una poesia, seguendo determinate regole, ma non per questo puoi dire che la poesia non sia libertà, altrimenti non risulterebbe così interessante, non sarebbe poi nulla di così diverso.

  61. Per me la poesia è voglia di esprimere le proprie emozioni sensazioni ed esperienze

  62. Per me la poesia è una cosa magica… quando io sono triste leggo sempre una poesia che mi fa sentir meglio e di buon umore. La poesia non solo è un insieme di strofe ma è anche un’esperienza bella. Alcune volte può essere drammatica, altre divertente, ma non serve solo a quello. Le leggo sin da piccola e mi sono piaciute sempre. Leggete tante poesie vi innamorerete di loro!!!

  63. E se fosse semplicemente un tentativo di evadere da noi stessi, esprimendoci con le parole di ogni giorno?
    Banalità e unicità; quanto sono banali le parole?
    E quanto è unica una poesia?
    E l’uomo non è per caso unico e banale?

  64. La Poesia è… l’emozione che prova un lettore e il sentimento che richiama in lui… la storia che legge tra le righe… indipendentemente dal significato espresso dall’autore.

  65. Quando si parla di POESIA D’AMORE:
    si parla di quello che secondo il poeta significa il vero amare!

  66. La poesia è un giuoco della mente che rimanda al cuore ciò che la sensibilità ha regalato alla memoria. Solo così iniziano a frullare parole, parole, parole e diventano parole di carta!

  67. La parola poesia …per me vuol dire esprimere i propri sentimenti …emozioni!

  68. La poesia è trasmettere a me stesso e anche me stesso agli altri in modo terribile o soave; … è un confessionale, un salto nel vuoto che libera la gioia e il male, è l’appropriarmi di me stesso, è il mio canto libero, è musica per chi non sa suonare, è uno sfogo senza dover urlare, è morire per resuscitare: molto spesso è amare e sempre è per lasciarsi andare …

  69. LA POESIA È ESPRESSIONE DELL’ANIMA, è spontaneità e naturalezza.
    LA POESIA non ha bisogno di premeditazioni né di artificiose costruzioni.
    Quando sgorga dall’animo carica di sentimento allora è POESIA.
    La poesia diventa arte quando coniuga contenuti e forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *