Se…

Se potessi raccoglierei

la luce delle stelle

per illuminarti.

Passeggerei con Te

sulla riva del mare,

sulla spiaggia bagnata,

sedendoci su uno scoglio

a guardare le piccole onde

che schiaffeggiano

i nostri piedi.

Se potessi

ti regalerei la musica

di una conchiglia,

ma solo per farla giungere

al tuo cuore.

Mi sento un po’ impotente,

respiro tant’aria

che potrei regalartela,

ma è un mio limite,

pare.

Posso però raccontare

al cielo che i tuoi occhi

sono ancora più belli

di una giornata di blu,

e spero che ancora sorridano

al mio apparire.

Voglio sognare…

di viverti nel tempo,

vicino a me.

26 pensieri su “Se…”

  1. Cara Sandra,
    questa è una poesia eccezionale.
    Questo è AMORE!
    Con tanta sana e sincera invidia ti dico che avrei voluto scriverla io una poesia così bella.
    Mi ha preso il cuore e mi ha ribadito semplicemente cosa si prova per la persona amata quando il sentimento è vero, forte, instancabilmente presente.
    Bellissima, veramente bellissima, scritta con il tuo stile sempre gradevole e sincero.
    Bravissima e 5 stelle.
    Un abbraccio. QS-TANZ.

  2. Se potessi… vorrei sognare…
    Ecco il desiderio e la certezza del limite.
    Nel mezzo tu con la tua ricchezza d’animo e di sentimento, con il tuo amore filiale e la tua riconoscenza, con la consapevolezza che non vi è possibile paragone.
    Bellissimo questo tuo canto all’unicità di un affetto, irripetibile ed esclusivo, scritto con l’immediatezza di sempre e che è proprio e solo tua.
    Baci
    a

    5 st.

  3. X QS e Anna

    Grazie tante dei vostri commenti lusinghieri nei miei confronti.
    Il rapporto genitori-figli- è considerato da sempre uno dei più difficili, a volte, per parecchi, addirittura faticoso, tanto da far nascere incomprensioni e disagi nonostante l’Amore immenso presente fin dalla nascita.
    La “poesia” mi aiuta molto. E’ l’urlo alla vita condiviso da molti.
    Un caro saluto.
    Sandra

  4. Cara Sandra, forse sbaglio, ma mi sembra di intuire dai precedenti commenti che tu ti sia riferita all’amore genitori-figli….
    Leggento la tua poesia io invece pensavo all’amore fra un uomo e una donna, perchè vedi, non essendo madre non posso assolutamente capire quanto immenso possa essere l’amore che una mamma prova per il suo bambino. Tutti sappiamo cosa vuol dire esser figli, ma penso che solo diventando genitori, si riesca veramente a capire la profondità e l’intensità di un sentimento come l’Amore. Un Amore che per ognuno di noi ha infinite sfaccettature, ma che si completa solo con la nascita di un figlio.
    5 Stelle per te.

  5. X Camilla
    Grazie della lettura e del commento lusinghiero.

    X Roberta
    Carissima, la poesia è dedicata a mia madre. Lei ha sempre avuto uno stato di salute cagionevole e così sono vissuta col brutto pensiero di perderla presto, in realtà presto ho perso mio padre che invece era in piena salute. Adesso per Lei, ci sono le precarietà degli anni…
    Comunque è sicuramente così come tu dici: l’Amore ha molte sfaccettature, non credo che si possa fare una scala, ma i figli sono sicuramente il massimo bene, poi uno dedica se stesso alla persona che ha bisogno nel momento.
    Grazie tante della lettura e del commento.
    Un saluto.
    Sandra

  6. Ciao Sandra,
    questa tua poesia è bellissima e racconta molto bene l’amore che provi per la tua mamma.
    Un saluto in compagnia di 5 stelle.

  7. Bellissima poesia complimenti, mi hai fatto venire i brividi sei eccezionale… mi è piaciuta molto complimenti!

  8. Bella questa tua poesia che esprime a pennello proprio quei sentimenti che provo per la mia mamma recentemente scomparsa ma che non avrei potuto esternare. Grazie, i miei complimenti e vorrei darti 5 stelle anch’io.

  9. X fabiola e mariella Montanari:

    Grazie di cuore.
    Mi dispiace Mariella per la tua mamma recentemente scomparsa: la perdita è grave, ma si deve cercare di andare avanti.
    Un caro saluto ad entrambe.
    sandra

  10. Cara Sandra ho perso la mamma il 25.11.08
    volevo dirti che domani è il suo compleanno e le dedicherò la tua poesia, perchè è la nostra poesia e ti spiego perchè:
    il 27/11 l’abbiamo tumulata e nella notte tra il 27/28 lei è venuta da me ed eravamo al mare passeggiando mano nella mano sulla spiaggia, le ondine bagnavano i piedi, e le altre contro gli scogli facevano la schiuma ma una schiuma brillante quasi il sole fosse dentro una luce molto strana, lei era bellissima con i suoi capelli argento, un viso solare e i suoi occhi verdi ancora più belli pieni di una strana luce. La cosa più bella era che camminava e lei da 5 anni non lo faceva più.
    Mi hai fatto rivivere questo sogno bellissimo, che penso mi accompagnerà per sempre sino al mio ultimo respiro, forse quando sarà, lei verrà a prendermi così, mano nella mano passeggiando sulla spiaggia… sai io credo a queste cose. Grazie Sandra

  11. x mariagrazia
    Grazie. Ne sono lusingata. Sono dispiaciuta per la tua grave perdita e sono contenta se in qualche modo la mia poesia rende a te vicina, la tua mamma. Sei tu, comunque, che mi hai trasmesso un’emozione, mi sono sentita utile, in qualche modo.
    Caramente. Sandra

  12. Cara Sandra come ti dicevo ieri ho messo su facebook la foto dell’ottantesimo compleanno della mamma e di Fianco ho riprodotto la tua poesia, e come se lei ci fosse ancora (per me c’è) le ho scritto due righe per dedicargliela dicendole che l’ha scritta Sandra ma è la nostra poesia, solo io e lei l’abbiamo vissuta, e le ho fatto gli auguri. Ancora grazie Mariagrazia.

  13. Complimenti… sentimenti puri, veri e profondi di chi ama prima di tutto la vita e poi di conseguenza chi le ha dato la vita… veramente commovente… non so come si accendono le stelle, mi trovo qui per caso… ma sappi che da me hai il massimo dei voti… continua a scrivere!!!!!

  14. Eccezionale, è perfetta per chi ha perso la mammma e non si è accorta prima di quanto fosse importante. La tua poesia dice le parole che si sarebbero desiderate essere state dette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *