Notte stellata

Dove vanno

i destini degli uomini

in questa notte stellata ed insonne?

 

Sui destrieri dai corpi di ferro

cavalcano

nastri d’asfalto argentato,

ma l’eroe

delle mille battaglie

cede al sogno di un abbraccio di pace.

 

Sta l’auriga

ben saldo al suo posto,

guida il carro nella notte d’estate,

veglia il sonno del guerriero indifeso

inseguendo un suo sogno di pace.

9 pensieri su “Notte stellata”

  1. Grande è la fortuna quando l’Uomo ha vicino a sè la Donna materna e allo stesso tempo guerriera.
    Ogni destino unito con tenacia ed amore viaggia
    anche senza riposo nella lunga via della vita, andando incontro alle gioie e rirovandosi uniti anche nella sorte in salita.
    Bellissima notte accmpagnata dal pensiero poetico amico.
    5st. Brava come sempre.
    Sandra

  2. Immensa. Aggiungere altro è superfluo.
    Mi rivedo in quell’auriga che guarda il mondo notturno d’estate per le vie di una città deserta mentre gli uomini persi altro non fanno che pensare a se stessi passeggiando su un pezzo d’asfalto accanto al mare convinti che tutto sia in quei pochi chilomentri quadrati.
    Un saluto
    il nipotino Raf 🙂

  3. Speranza di pace, speranza buona!
    Molto profonda e con una nota ermetica che suggella il tutto sapientemente.
    Brava. Ciao e 5 stelle.

  4. Per Sandra:
    Sì, talvolta la strada è in salita, ma io confido sempre nel prossimo tratto pianeggiante anche se dispero di poter approfittare a breve di una qualche discesa…
    Quando sono auriga, però, tiro il fiato, perché ho io sia la responsabilità che il comando.

    Per QS-Tanz:
    Quella nota trasfigura la realtà…

    Per Raf:
    Grazie, perché detto da te, che sei riflessivo e molto misurato, è un gran apprezzamento.
    Se avessi gareggiato, avresti sicuramente vinto a Delfi e nessun avversario avrebbe potuto insidiare il tuo primato.
    (Cuore di zia non mente!)

    Un abbraccio collettivo
    anna

  5. Ciao Anna,
    che dirti: questa poesia è bella ed elegante.
    Un abbraccio in compagnia di 5 stelle.

  6. Anna, questa poesia è bellissima! Molto profonda e mi ha fatto viaggiare con la fantasia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *