Epitaffio

Lo diranno

a mezza voce…

 

Non ha visto.

Non ha contato.

Non ha calcato la scena

avvolgendo di fascino il pubblico.

 

Non ha vissuto.

 

Chi

risponderà, a sua discolpa,

che è rimasta,

che ha ignorato i frastuoni,

che ha mantenuto saldo il timone,

mentre le Sirene

cantavano

attraverso i tappi di cera?

9 pensieri su “Epitaffio”

  1. Per Sandra:
    Se attaccare è degli audaci, saper resistere è dei coraggiosi.
    Quanto al canto delle Sirene, non lasciarsi incantare è eroico.
    Quel magistrale, poi, è un incoraggiamento sublime.
    Baci
    a

  2. Bella poesia

    davvero

    non so se posterò qualcosa di mio qui
    ma sicuramente vi seguirò!

  3. Ciao Anna,
    complimenti è stupendo!
    Un abbraccio in compagnia di 5 stelle.

  4. Per GiuseppeAntonio e Lucia:
    Grazie del commento generoso.
    Dobbiamo stare sereni: non siamo soli, tutti
    (r)esistiamo!

    Per Itsas:
    grazie del commento.
    Prendi coraggio: facci leggere qualcosa di tuo…!

    Ciao
    anna

  5. Delicata, tenera e violenta.
    Filosofia pura messa in versi.
    Bravissima!
    angelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *