Le tinte dei tuoi quadri

Le tinte dei tuoi quadri

rappresentano speranze

dentro angoli di cielo

già raggiunti dalla luce;

sfumature delicate

contornate da una stella

che ti segue silenziosa

ben nascosta nel tuo cuore.

Tracce semplici di amore

sulla tela mai dipinta

senza prima aver intinto

il pennello nelle stille;

forti cenni di risveglio

alimentano la voglia

di cambiare la tua vita

come mai avresti detto.

Tu consideri lontano

tutto ciò che hai già vissuto

e le tinte dei tuoi quadri

ti accompagnano possenti.

Le tinte dei tuoi quadri

tu le cambieresti tutte

e hai ragione, amore grande,

a cercare un’alba nuova.

12 pensieri su “Le tinte dei tuoi quadri”

  1. Una poesia Bellissima! Sinceri complimenti all’autore di questi versi delicati ed evocativi…

  2. Che dirti, Caro Amico?
    Questo componimento esprime tutta l’ammirazione e il sentimento per la Persona che di questi versi è oggetto, discreta, silenziosa, capace di accettare il cambiamento diventandone protagonista e imprimendo il proprio carattere unico e dolcissimo con estrema discrezione agli accadimenti.
    Viene così cantata e descritta con tratti leggeri quasi fino a diventare il modello universale di donna-angelo.
    Complimenti.
    Ciao
    anna

    5 st.

  3. Per Sandra: grazie perchè non smetti mai di leggermi.
    Per Maren: grazie per avermi letto. Sono felice che la poesia ti sia piaciuta.
    Per Anzy: apprezzo davvero il tuo commento e ti ringrazio per esserti soffermata a leggermi.
    Un saluto a tutti. QS-TANZ.

  4. X Anna: Beh, devo dire che, come diceva Sandra, salutando uno dei miei commneti ad una sua poesia, anche tu Anna sai leggere oltre.
    Grazie davvero.
    X folletto: si, hai ragione, il senso della poesia era anche questo. Grazie.
    X Lucia: grazie per avermi letto e per esserci sempre.
    X Raf: Grazie Raf, ma hai esagerato, i nomi grandi del sito sono altri. Comunque grazie per come mi segui.
    Un caro saluto a tutti. QS-TANZ.

  5. Comunque a parte i Grandi Nomi del sito, io reputo Grande chi sa trasmettermi qualcosa quindi è del tutto soggettivo il giudizio. Ti seguo perchè leggendoti mi ritrovo nelle tue parole. Spessissimo mi capita di pensare:
    “Cavolo! Era quello che avrei voluto dire, con le parole che avrei voluto usare”.
    Ti saluto con stima,
    Raf

  6. Molto bella! Un’alba nuova chi non la desidererebbe? Un’alba nuova relativa magari anche alle piccole cose, alla quotidianità, un sapore nuovo, una tonalità di colore differente che non stravolga, ma arricchisca il nostro domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *