Il mio amore per te

Il mio amore per te

È sepolto

Dai castelli che

La mia mente ha costruito

Durante gli attimi che abbiamo perso

 

Per le mie paure

Per i tuoi forse.

 

Il mio amore per te

Arde

Come fuoco quasi spento

Dal vento

Che prima o poi rinvigorisce

E torna a bruciare

 

A distruggere

Tutto quello che

Accanto era sorto.

 

Il mio amore per te

È il mio dolore per me.

 

Sogno del mio cuore,

incubo della mia mente.

12 pensieri su “Il mio amore per te”

  1. Cara Rita, leggo le tue rime e mi torna alla mente la mia storia appena conclusa. Un amore segreto, sepolto dai castelli costruiti dalle nostre menti. Quanti attimi persi per via delle rispettive paure, dei rispettivi forse, del nostro orgoglio, delle nostre incomprensioni.
    Adesso tutto tace, il mio amore pare sempre più affievolirsi, pare spento sotto la cenere. E così sembra il suo per me. L’ho letto nei suoi occhi e lui l’ha letto nei miei. Nessuno dei due forse lo vuole veramente ma le cose stanno andando così, perché non arriva quel vento che soffiando fa rinvigorire quel fuoco? Perché non arriva? Il tempo sta passando e si sta portando via tutto di noi, se non arriva quel vento andrà tutto irrimediabilmente perso.
    Scusa Rita se ho approfittato della tua bellissima poesia per esprimere il mio stato d’animo, scusa se non ho dato un parere tecnico, le tue parole mi hanno toccato il cuore e questi si è messo a parlare.

  2. Amore grande e Dolore profondo.
    Le paure ed i “forse” uccidono l’Amore: capita sempre così sopratutto se l’amore è un Amore impossibile o nascosto.
    Molto bella.
    Brava e 5 stelle.
    Ciao. QS-TANZ.

  3. Una bella poesia d’amore conflittuale e doloroso,
    “sogno del cuore, / incubo della mente” che finisce, come confessa Adelaide nel suo commento, nell’attesa spossante in un tempo che passa e si porta via tutto: speranze, affetto, futuro.
    Questi grandi amori, infatti, sono fiaccole sotto il moggio che bruciano il cuore e l’anima e poi muoiono, perchè è il “vento” della vita che alimenta il fuoco, anche dell’amore. E come può il fuoco, infatti, bruciare senza l’ossigeno vitale?
    E’ la vita, la consuetudine, il confronto, il conforto che dialetticamente generano qualcosa d’altro che crea il domani.
    La chiusura e l’isolamento rendono tutto più difficile, perchè sottintendono la fuga.
    Mi è piaciuta molto questa poesia che parla di un grande amore, forse solo immaginato pur se pienamente vissuto, di una promessa fantastica e meravigliosa che crolla sotto l’evidenza della realtà che è anche lotta per ciò che costituisce un ideale.
    Molto brava.
    anna

    5 st.

  4. Per Adelaide: non devi chiedermi scusa. Anzi… il tuo commento appassionato l’ho gradito molto. Spero che il vento arrivi presto, spero che il tempo sia clemente.
    Per Sandra e Qs-Tanz: grazie per la lettura e il vostro commento!
    Saluti a tutti!

  5. Grazie per questa poesia, è stato come guardarmi dentro… che meraviglia le parole, trovo che hanno il potere di liberarci…
    Sei molto brava!

  6. Bella la poesia, sto vivendo in questo periodo la stessa situazione, sono triste, il vento che alimenta il fuoco sembra assente o forse aspettiamo tutti e due, spero che San Valentino mi porti il mio amore… con lui, per sempre.

  7. E’ bello saper esprimere i sentimenti, ma un amore perso per i forse, per le parole non dette, per le maschere che indossiamo, non può essere sempre rivelato. Questi versi semplici e diretti mettono a nudo il dolore che brucia…
    dicono passi, ma non siamo più gli stessi!

  8. Questa poesia è molto bella e toccante… Condivido i tuoi pensieri Rita…
    bella questa poesia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *