Il grido di una lacrima

Vorrei una tempesta di neve

che posi sull’anima una lettera,

che piova nel cuore

un imperturbabile silenzio

di un’ombra.

Quel che resta del sogno,

una favola…

senza coscienza, senza sapore,

cucita da un filo di sorriso

di chi la gloria cerca

sensuale in una pagina autunnale.

Scivolo lentamente

Sui boccioli di rose

bagnati da sorrisi del cielo

in abito celeste,

e bolle di stelle.

Mi manchi tu… e

si è spento il sorriso,

nel silenzio delle stelle

al grido di una lacrima

in un cuore autunnale.

3 pensieri su “Il grido di una lacrima”

  1. Notevole!!!
    Si percepisce subito il grande Amore che ha ispirato la poesia.
    Trovo eccellente, tra l’altro, l’ultimo verso.
    Complimenti, un caro saluto. QS-TANZ.

  2. Bella, scopre un mondo di amore fondato come tutte le passioni sulla sofferenza..
    L’ultimo verso come dice lo stimatissimo qs-tanz, e l’abbaglio finale.
    Brava!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *